A maggio prenderà il via l’assistenza a domicilio per gli anziani

A maggio prenderà il via l’assistenza a domicilio per gli anziani

2242
0
SHARE

Prenderà il via a giorni a Rosolini il Servizio di Assistenza a Domicilio (SAD) riservato agli anziani ultrasessantacinquenni, non autosufficienti privi di adeguato supporto familiare che non usufruiscono dell’Assistenza Domiciliare Integrata (ADI). Il Servizio e le ditte accreditate sono stati presentati nel corso di una conferenza svoltasi presso la Sala Cartia del Palazzo Comunale di via Roma, dal Sindaco Corrado Calvo, dall’Assessore ai Servizi Sociali Michele Floriddia, dalla Responsabile del Settore Servizi Sociali Concetta Piazzese alla presenza dei rappresentanti delle cooperative sociali del terzo settore e degli anziani destinatari del servizio.
IL SAD è un Servizio erogato a domicilio e prevede una serie di prestazioni in favore dei soggetti interessati i quali vi potranno accedere attraverso voucher sociali. Le prestazioni acquistabili infatti con i voucher, vanno dall’aiuto nel governo dell’alloggio e nelle attività domestiche, all’aiuto per l’igiene personale, all’accompagnamento dell’utente per le visite mediche, a momenti di familiarità con gli amici, al disbrigo di pratiche presso gli uffici, al disbrigo di commissioni.
Per quanto concerne il Comune di Rosolini, a tutt’oggi, sono 57 le richieste pervenute presso i Servizi Sociali per usufruire del servizio ed è stata stilata una prima graduatoria in quanto, come è stato evidenziato, i termini rimangono aperti sia per coloro che ancora non hanno presentato istanza sia per quanti lo abbiano già fatto ma che non hanno proceduto all’integrazione della documentazione richiesta da parte degli uffici.
Novità nella gestione del servizio, che inizierà a maggio è legata al metodo di scelta del personale che svolgerà l’assistenza: non più una cooperativa sociale a fornirlo ma ogni anziano potrà scegliere il personale in base ad un rapporto fiduciario, tra i dipendenti delle dieci cooperative sociali accreditate.
Nel suo intervento il primo cittadino ha evidenziato che si tratta di un servizio a costo zero, così come lo saranno l’ADI e l’Asilo Nido anche questi prossimi all’avvio, per il Comune di Rosolini in quanto somme stanziate nell’ambito del riparto finanziario PAC del Distretto Socio Sanitario D46 per tutti i Comuni che ne fanno parte. “Il benessere dei cittadini – ha affermato il Sindaco Calvo – rappresenta l’obiettivo fondamentale per la nostra amministrazione che continua a lavorare negli ambiti del welfare, dei servizi,dell’istruzione, in un progetto unitario che mette in campo tutte le sinergie che consentono di affrontare le varie problematiche. Questa Amministrazione, che mi onoro di presiedere, mira in questa direzione e punta, al di là dei soliti denigratori e disinformati che cercano di sminuire il nostro lavoro, a dare risposte concrete ai cittadini sul fronte dei servizi sociali pubblici assicurando i livelli essenziali delle prestazioni socio-sanitari su tutto il territorio comunale, migliorando il sistema di protezione socio-sanitaria per le fasce più deboli, in particolare per l’infanzia e l’adolescenza a rischio, gli anziani, le persone con disabilità fisica,psichica e sensoriale, e più in generale le persone che vivono o sono a rischio di esclusione sociale. Questi servizi si sommano agli altri in atto quale il servizio di televideo soccorso per persone sole, il trasporto dializzati, il trasporto alunni disabili, affidati da parte del Comune di Rosolini alla Confraternita della Misericordia”.

Nessun commento

Lascia un commento