Al via una campagna di controlli per contrastare gli allacci abusivi alla...

Al via una campagna di controlli per contrastare gli allacci abusivi alla rete idrica comunale

1102
0
SHARE

Il sindaco Calvo annuncia una serie di controlli capillari attraverso il Corpo di Polizia Municipale con l’ausilio di personale tecnico per contrastare il fenomeno degli allacci idrici abusivi nel territorio comunale, che costituiscono una delle principali cause della carenza idrica in vari zone della Città. La decisione a seguito di una nota del Responsabile dell’Ufficio tecnico comunale, Corrado Mingo, che evidenzia alcune criticità nell’erogazione dell’acqua in determinate zone della Città.

«Con l’arrivo della stagione estiva – afferma infatti il sindaco – si verifica, come ogni anno, il fenomeno della carenza idrica in varie zone del centro abitato. Tale problema sorge per effetto dei numerosi allacci alla rete idrica comunale non autorizzati, a servizio di fabbricati non censiti nelle zone periferiche della città, spesso con terreno di pertinenza adibito a giardino, che per il mantenimento del verde necessitano di notevole e continua quantità d’acqua. Tale utilizzo riduce in modo evidente la quantità di acqua immessa nella rete idrica del centro urbano creando di fatto notevoli disagi agli utenti. Pertanto avvieremo un controllo accurato per eliminare questo fenomeno e riportare tutto nelle piena legalità e soprattutto garantire a tutta la città un servizio primario. Allo stesso tempo – conclude il sindaco Calvo – rivolgo un accorato appello a tutta la cittadinanza ad adottare ogni utile accorgimento per un finalizzato e corretto utilizzo dell’acqua potabile proveniente dai serbatoi comunali. Contenere l’uso dell’acqua potabile e adottare comportamenti consoni al risparmio idrico significa utilizzare l’acqua potabile per usi esclusivamente igienico-sanitario e domestico evitando quindi di usarla per innaffiare prati, orti e giardini, per il lavaggio di autoveicoli e per ogni altro uso improprio».

Nessun commento

Lascia un commento