Anche il circolo “Peppino Impastato” di Rosolini presente all’assemblea provinciale del nascente...

Anche il circolo “Peppino Impastato” di Rosolini presente all’assemblea provinciale del nascente partito di Sinistra

942
0
SHARE

Si è svolta sabato 4 febbraio, presso la sede Provinciale di Sinistra Italiana a Siracusa, l’assemblea provinciale del nascente partito di Sinistra, presenziata dall’ex On. Raffaele Gentile, durante la quale sono stati nominati i sette delegati provinciali che prenderanno parte al congresso nazionale del 17, 18 e 19 febbraio a Rimini. Presente all’incontro anche una massiccia delegazione del circolo “Peppino Impastato” di Rosolini, una delle sezioni più attive in provincia con in testa il suo segretario Corrado Fioretti.

«Sinistra Italiana non vuole e non può essere l’ennesimo partito nel panorama politico italiano – ha dichiarato il segretario Fioretti -. Sinistra italiana ha l’ambizione di rappresentare un movimento di idee e di proposte per il paese, rappresentare quanti soffrono i vari tipi di marginalità, nel solco del solidarismo, ma anche di contribuire a far crescere un’Italia più competitiva, più moderna nella quale vengano sostenute le capacità e le competenze. Sinistra Italiana non vuole essere un mondo a sé, ma intende dialogare per costruire questo progetto con le varie espressioni del mondo della cultura, del volontariato, del libero associazionistico, dell’ambientalismo. In un mondo che vede il predominio dei poteri della finanza e della comunicazione, rispetto i quali l’attuale Partito Democratico non ha mostrato il coraggio di confrontarsi, ma di subirne l’influenza. In questa direzione Sinistra Italiana – continua Fioretti – vuole da un lato essere un punto di coagulo delle istanze più profonde della nostra società e dell’altro di proporsi come punto di riferimento anche alle altre formazioni della sinistra tradizionale; compreso il PD, affinché questo partito torni a difendere gli interessi più veri della gente e non si abbandoni a tentazioni trasformiste.»

G.G.

Nessun commento

Lascia un commento