Don Bruno Carbone sul Presepe all’Eremo di Croce Santa: “Cristo nasce ancora...

Don Bruno Carbone sul Presepe all’Eremo di Croce Santa: “Cristo nasce ancora oggi dove c’è umiltà, semplicità e unità”

2891
0
SHARE

Numeri importanti e che lasciano ben sperare quelli che attestano la partecipazione alla prima delle tre giornate del Presepe Vivente all’Eremo di Croce Santa. Oltre 2500 le presenze registrate nel pomeriggio di lunedì 26 dicembre per la manifestazione organizzata dalla comunità delle parrocchie Chiesa Madre e Ss. Crocifisso di Rosolini.

Venti in tutto le scene di vita rievocate, cinquanta figuranti e migliaia i visitatori da tutta l’isola che hanno voluto ammirare la ricostruzione fedele di ciò che accadeva nelle botteghe artigiane e negli ambienti domestici di un tempo. Anziani, giovani e bambini sono i protagonisti di un’edizione che ha già i presupposti per numeri da record, con la presenza di un bambinello speciale, interpretato dal piccolo Giovanni Fronte, che ha solo 4 mesi di vita.

15784936_10211423801818525_68273095_o

Il Presepe Vivente resuscita le atmosfere dell’antica Betlemme anche grazie al sito archeologico in cui è ambientato. La Natività è rappresentata dentro la chiesetta, mentre nella stanza attigua vi è la Croce Santa con i volontari che danno spiegazioni sull’origine della croce narrando la miracolosa leggenda che ruota attorno ad essa. Una vera e propria riscoperta religiosa ma anche di un sito suggestivo dalla forte valenza turistica.

Grande la soddisfazione espressa dagli organizzatori della manifestazione a conclusione della prima giornata, un’emozione viva testimoniata anche dalle parole di Don Bruno Carbone. “Durante la cerimonia di apertura del 26 dicembre, – ha commentato Padre Bruno– ho salutato con viva soddisfazione e non senza una nota di commozione, la realizzazione del presepe vivente all’Eremo di Croce Santa. Mi ricordo quando incominciammo a progettare, le prime idee e le prime realizzazioni. Ho seguito con attenzione tutti i lavori, lo scambio di idee, la messa in comune delle forze e delle inteligenze,il lavoro duro e solidale, fino ad arrivare al risultato di giorno 26. Grazie alla confraternita della S. Croce, grazie ai Portatori, grazie alla confraternita femminile M. Assunta, grazie all’Equipe dell’Oratorio e ai ragazzi dell’Oratorio e a tutti quelli che hanno messo a disposizione idee, tempo, materiale. Un grazie sentito agli Sponsor,  all’Amministrazione Comunale e ai Vigili Urbani, alla Misericordia. Un grazie pieno di riconoscenza e di stima va a Peppe Calvo che ha coordinato tutto in modo egregio, con grande spirito di dedizione e di servizio, con pazienza e precisione certosina. In conclusione possiamo dire che questo Presepe è il risultato di tante energie messe insieme con l’intento di valorizzare un sito e uno scenario come quello dell’Eremo di Croce Santa e per dire a tutti che Cristo nasce ancora oggi dove c’è umiltà, semplicità e unità“.

Il lavoro certosino degli organizzatori intanto continua in vista delle prossime due date. Il Presepe Vivente all’Eremo di Croce Santa torna, infatti, il 1 e il 6 gennaio 2017, dalle 17.00 alle 20.30, con nuove imperdibili sorprese per gli ospiti che si caleranno in una suggestiva rappresentazione che ben evoca il significato del Natale.

Alessandra Brafa

Photocredits Corrado Occhipinti
Per lo spot del Presepe Vivente Eremo di Croce Santa realizzato da Tommaso Latina clicca qui.

Nessun commento

Lascia un commento