Calvo replica ai 13 consiglieri: “Meschino tentativo di gettare discredito all’amministrazione comunale”

Calvo replica ai 13 consiglieri: “Meschino tentativo di gettare discredito all’amministrazione comunale”

1177
0
SHARE

Pubblichiamo integralmente la risposta che il sindaco Corrado Calvo ha dato a seguito della conferenza stampa promossa dai 13 consiglieri di opposizione.

 

Egregio Direttore,

Ho letto senza alcuno stupore le sciocchezze che taluni consiglieri comunali di opposizione, riuniti simbolicamente intorno al novello leader del partito democratico Gerratana, colui che per la semplice votazione di un emendamento afferma di aver dato “Anima” al lavoro dell’amministrazione comunale, laddove affermano, in pompose conferenze stampa, di aver presentato cinque emendamenti al bilancio di previsione deliberato dalla Giunta comunale per l’anno 2016 e che questi emendamenti avrebbero stravolto il futuro dell’economia locale e incrociato le necessità della comunità rappresentata.

La verità è ben altra: la Giunta comunale che mi onoro di presiedere ha approvato un bilancio di previsione che totalizza una cifra pari ad € 63.725.008,44 (Euro sessantatremilionisettecentoventicinquemilaottoeuroequarantaquattrocentesimi).

In realtà, diversamente da quanto lascerebbero intendere i seguaci del novello leader del partito democratico Gerratana, i loro emendamenti al bilancio consistono nel dirottare circa 78.000 €, che la Giunta comunale aveva destinato per la realizzazione di interventi importanti sul territorio, spostando tale somma in altri capitoli, con l’evidente ed unico scopo di contrastare l’azione amministrativa del Sindaco e della Giunta comunale, agendo, così, contro gli interessi della Città e dei Cittadini verso i quali questi oppositori dimostrano menefreghismo.

Per entrare nel merito degli emendamenti, riporto cosa è accaduto. L’amministrazione comunale aveva destinato risorse economiche anche per interventi nei seguenti settori:

  1. Ambiente, Verde, pulizia del territorio
  2. Festività natalizie e fine d’anno
  3. Promozione prodotti agricoli locali
  4. Progettazione e redazione progetti esecutivi
  5. Cultura
  6. Segnaletica stradale
  7. Pulizia straordinaria del territorio

Con la presentazione degli emendamenti al bilancio di previsione i consiglieri d’opposizione hanno provveduto ad azzerare il capitolo di bilancio relativo alle iniziative del periodo natalizio, nel tentativo becero di mortificare la città e i cittadini, impedendo di fatto la realizzazione di un albero di natale in piazza Garibaldi, la collocazione di luminarie nel centro storico, nel parco “Verde a Valle”, lungo le principali vie cittadine, (Via Sipione, Via Rimembranza, Via Gonzaga) ed impedendo anche la realizzazione di iniziative sociali e culturali patrocinate dal Comune che in genere vengono svolte nel periodo natalizio e fino all’epifania. Tutto ciò avrebbe consentito di rendere la nostra città decorosa, gradevole accogliente e capace di attrarre la comunità residente e forestiera nel centro urbano attivando un meccanismo economico da cui ne avrebbero tratto vantaggio le attività commerciali presenti nel centro storico della città. Tuttavia, noi siamo più forti della sciagurata azione politica di taluni soggetti che, nel tentativo di screditare l’amministrazione comunale, hanno irresponsabilmente provveduto ad azzerare il capitolo di bilancio togliendo i 20.000 € previsti, che avrebbero certamente messo in circolo almeno 200.000 € per il settore commerciale. Non lasceremo che la nostra città venga umiliata da uno sparuto numero di sprovveduti consiglieri comunali che non hanno a cuore gli interessi della Città e faremo tutto ciò che sarà necessario fare al fine di garantire ai cittadini di Rosolini di poter trascorrere un natale degno e all’altezza del Suo nome.

L’amministrazione comunale, a seguito di incontri con produttori agricoli, commercianti del settore, aveva previsto delle risorse economiche in bilancio al fine di supportare iniziative tese a favorire la promozione dei prodotti agricoli locali. Forte è stata ed è l’attenzione dell’amministrazione comunale in questo settore che ritiene essere il propulsore economico per lo sviluppo del nostro territorio attraverso la valorizzazione dei prodotti tipici locali, soprattutto nel lungo periodo delle festività natalizie. Bisogna essere miopi e non lungimiranti per non comprendere l’importanza di sostenere tali iniziative e irresponsabili per aver scelto di escludere completamente dalla loro attenzione un comparto così strategico e importante.

L’amministrazione comunale è fortemente impegnata nel garantire il massimo decoro urbano, la pulizia del centro abitato, la pulizia straordinaria delle aree extraurbane, le discariche a cielo aperto che quotidianamente fioriscono sul territorio, la potatura degli alberi lungo i viali e le strade della città, la potatura degli alberi ricadenti nei parchi, nelle piazze e nelle aree di competenza comunale, la manutenzione continua della discarica di contrada Costa dei Grani, la tutela dell’ambiente, etc. perché una città pulita e ordinata è la prima cosa che cade all’occhio del visitatore, e noi, vogliamo ancora pregiarci dei complimenti che abbiamo ricevuto dai tanti forestieri e cittadini che visitano e/o frequentano la nostra città. Per tale motivo si è tenuto conto nel bilancio comunale di previsione, di allocare risorse economiche per far fronte a tali incombenze, alcune delle quali, in mancanza di interventi, assumono profili di reato penale a carico degli amministratori e dei funzionari pubblici.

A fronte di ciò, gli irresponsabili consiglieri comunali d’opposizione hanno ritenuto di falcidiare tale capitolo di bilancio togliendo € 27.000,00, mettendo in serissima difficoltà la garanzia che i servizi pubblici cui l’amministrazione comunale è chiamata ad erogare, non possano essere erogati con la conseguenza di lasciare la città sporca, gli alberi non potati, il verde pubblico non curato, le strade extraurbane dimenticate etc. etc.

Ancora, con incomparabile irresponsabilità questi consiglieri comunali di opposizione  vivono la condizione di opposizione talmente come un’ossessione da indurli ad ignorare completamente il fatto che l’azzeramento del capitolo di bilancio in cui erano previste delle somme, seppur minime, per redigere qualche progetto di opera pubblica e portarlo a livello di progetto esecutivo, in quanto, diversamente, non potrebbe essere finanziato e/o appaltato, costituisce ulteriore danno per i cittadini e la città. Poi, da un lato continuano a chiedere come mai alcuni progetti non vengono portati avanti e, dall’altro, tolgono la possibilità di poterli realizzare in quanto colpevolmente azzerano il capitolo di bilancio.

Penoso poi, il tentativo di appiccicarsi in ogni modo una medaglietta, spostando 5000 € con un emendamento che prevede il completamento dell’allaccio idrico e fognario del nuovo palazzetto dello sport denominato “Io gioco legale”, disconoscendo totalmente il fatto che l’amministrazione comunale ha previsto le somme necessarie per il completamento e la fruizione della struttura da parte dei cittadini entro il mese prossimo. Pertanto, un emendamento perfettamente inutile.

Quanta meschinità si cela dietro il tentativo di questi consiglieri di opposizione di gettar discredito sull’amministrazione comunale, laddove all’indomani della votazione del bilancio di previsione da parte del consiglio comunale, costoro si sarebbero recati presso le  parrocchie locali per denigrare il Sindaco e la Giunta comunale e avrebbero divulgato la notizia che non avremmo votato gli emendamenti e per questo saremmo contro le chiese. VERGOGNA! L’attuale amministrazione ha deliberato un bilancio di previsione che già prevede il sostegno alle famiglie in difficoltà, sia attraverso i lavori di utilità collettiva sia attraverso il sostegno economico con sussidi straordinari. I consiglieri comunali di opposizione hanno semplicemente integrato ulteriormente la nostra previsione con altri 4.000 €, mentre per quanto concerne i restanti 10.000 €, da destinare alle parrocchie in ragione di 2.500 € ciascuna per trasferirli alle famiglie in difficoltà, posso assicurare che l’emendamento non ha avuto parere favorevole da parte dei consiglieri comunali che sostengono l’amministrazione comunale per la semplice ragione che la stessa aveva deliberato il bilancio nella forma presentata al consiglio e che l’intero bilancio di previsione è stato votato favorevolmente da tutti i consiglieri comunali in carica. Questi novelli salvatori della Patria che pensano di aver cambiato il mondo soltanto per aver spostato qualche spicciolo da un capitolo all’altro del bilancio di previsione, e per dirla con un esempio plastico “spogliando Cristo e vestendo la Madonna”, disconoscendo l’immenso lavoro di costruzione dello stesso strumento finanziario che a seguito di nuove norme in materia di Contabilità e redazione e formazione dei bilanci delle pubbliche amministrazioni, è stato fatto dall’amministrazione comunale e dai funzionari dei vari settori con particolare riferimento al contributo di competenza offerto dal Ragioniere capo dott. Carmelo Lorefice, che ringrazio, non fanno altro che confermare la loro assoluta disinformazione, inadeguatezza e non conoscenza dei meccanismi che sottendono, appunto, alla redazione del nuovo bilancio di previsione approvato dalla Giunta comunale.

Il vero è che questi consiglieri comunali di opposizione, riuniti simbolicamente intorno al novello leader del partito democratico Gerratana, vivono nell’ossessione di far cadere la Giunta comunale ed il Sindaco, utilizzando qualunque strumento lecito o illecito ignorando gli interessi della Città della quale vorrebbero riappropriarsi dopo averla riconsegnata ad un altro Commissario nominato da Crocetta. Ma è fallito il tentativo della sfiducia, portato avanti con accanimento, sfibrandosi nella ricerca vana di firme a destra e manca tra i consiglieri comunali, sull’altare del quale si sono uniti in un abbraccio mortale il diavolo e l’acqua santa, giustificando il distacco dalla maggioranza con il venir meno della “collegialità e del dialogo”. Ci chiediamo come mai l’attuale compagine amministra con armonia, dialogo, collegialità, assenza di particolari tensioni? Forse l’attuale Sindaco ha dato prova di fermezza e di non piegarsi per nessuna ragione  rispetto ad alcune richieste che sono rimaste inevase perché irricevibili? Si, certamente si.

Vorrei soffermarmi brevemente sull’episodio che la sera del 14 novembre u.s. nel corso della seduta di consiglio comunale ha visto coinvolta la consigliera comunale Concetta Cicciarella alla quale ignoti hanno bucato i pneumatici della sua automobile.

In qualità di Sindaco e a nome della Giunta comunale ho immediatamente condannato il vile atto consumato ai danni della consigliera e alla quale ho fatto pervenire la mia solidarietà a mezzo stampa. Ho appreso delle dichiarazioni della stessa consigliera comunale, la quale, afferma che tale atto sia conseguenza della sua attività politica, anche per il fatto che ella è stata firmataria degli emendamenti al bilancio.

Se la Consigliera Cicciarella ha qualche serio sospetto sulla identità di tali ignoti delinquenti, io personalmente e tutta la mia Amministrazione saremo al suo fianco perché siano rintracciati i responsabili, ricordando che io stesso sono stato vittima di vili gesti attraverso cui, tra l’altro, più volte ho subito danni a miei beni mobili e immobili, ma certamente non ho mai pensato che tali atti siano riferibili alla mia attività politica, semmai alla mano di qualche balordo. E per questo, auspico che le forze dell’ordine possano fare piena luce sull’accaduto, consegnando alla giustizia gli autori e chiarendo il movente che sottende a tali atti vandalici. Ma, allo stesso tempo, non avendo alcuna prova che tali atti vandalici non siano legati ad inimicizie personali o a situazioni legate ad attività lavorative proprie o ad altre circostanze di varia natura, stigmatizzo coloro i quali strumentalizzano simili vili atti vandalici, dei quali al momento si sconoscono i moventi, ponendoli a pretesto per affermare ipotetiche azioni di aggressione politica per le quali non si ravvede ragione.

 

IL SINDACO

Dott. ing. Corrado Calvo

Nessun commento

Lascia un commento