Domani a Rosolini il derby con il Real Avola, Melluzzo: “Chiudiamo il...

Domani a Rosolini il derby con il Real Avola, Melluzzo: “Chiudiamo il 2016 con una vittoria”

1661
0
SHARE

Ultima partita del 2016, ultima gara del girone di andata, ultimo sforzo per il Città di Rosolini prima delle pausa natalizia. Domani (domenica 18 dicembre), il Rosolini disputerà, con inizio alle 14,30 al “Salvatore Consales”, il derby contro il Real Avola, un match che si preannuncia affiatato ed equilibrato. Entrambe le formazioni vorrebbero trascorrere le festività natalizie con tre punti in più in classifica e i granata potranno contare sull’apporto del proprio pubblico per dimenticare le ultime due sconfitte rimediate contro il Catania San Pio X e lo Sporting Viagrande.

I problemi maggiori per il Rosolini si registrano a centrocampo con la squalifica di Luigi Ricca. Per il resto la squadra gode di buona salute e nel corso della settimana sono stati “recuperati” gli acciaccati Giuseppe Martines, Gigi Implatini e Danilo Ulma. Ex di turno è il temibile Simone Melluzzo, il fantasista granata che con le sue giocate vuole continuare ad essere l’arma in più a disposizione della squadra.

“Sarà una partita sentita, perché un derby è sempre un derby –dice Melluzzo-. Noi veniamo da due sconfitte consecutive, l’1 a 0 contro il Catania San Pio X, e il 3 a 0 contro lo Sporting Viagrande, quindi abbiamo tanta voglia di riscattarci e muovere la classifica per chiudere in bellezza il 2016. Sappiamo quali sono le nostre potenzialità e sappiamo che al “Salvatore Consales”, incoraggiati dal nostro meraviglioso pubblico, riusciamo ad esprimerci meglio”.

Il Città di Rosolini, attualmente è a quota 22 punti, con una vittoria potrebbe raggiungere i 25 punti, il numero giusto per festeggiare il Natale.

“Chiudere il girone di andata a quota 25 punti sarebbe perfetto per noi -aggiunge Melluzzo-. Ma davanti a noi c’è una squadra che conosco bene in quanto ho militato nel Real Avola 4 anni fa. Purtroppo fu un anno di retrocessione e fu proprio il Rosolini a castigarci nei play out. Era una squadra buona ma aveva problemi societari che si ripercuotevano nel gruppo dei giocatori. Problemi che, a quanto sento, credo che ci siano ancora oggi e questo mi dispiace. Spero che possano disputare un buon campionato. Ma domani il Rosolini farà di tutto per conquistare i tre punti, ed io sarò in campo per ottenere questo obiettivo. Ai compagni dico: domani è l’ultimo sforzo del 2016, dobbiamo mettercela tutta per trascorrere un Natale più sereno”.

Nessun commento

Lascia un commento