Il Consiglio approva il bilancio di previsione e il D.U.P.

Il Consiglio approva il bilancio di previsione e il D.U.P.

431
0
SHARE

Importante seduta del Consiglio Comunale ieri sera, con all’ordine del giorno:
1) Ricognizione degli immobili di proprietà comunale suscettibili di alienazione e/o valorizzazione, ai sensi dell’art. 58 del D.L. n. 112/2008 convertito in con modificazioni dalla Legge n. 133/2008, ed approvazione del Piano delle Alienazioni e/o Valorizzazioni anno 2017
2) Individuazione e quantificazione delle aree per insediamenti residenziali di edilizia economica e popolare e per gli insediamenti produttivi ai sensi dell’art. 14 del D. Lgs. 25.02.1995 n. 7. Bilancio comunale 2017;
3) Aggiornamento, per l’anno 2017, degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione ai sensi dell’art. 17 della L.R. 16.04.2003 n. 4 e ss.mm.ii.;
4) Determinazione dei gettoni di presenza dei Consiglieri Comunali per le sedute del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari. Determinazione dell’indennità di funzione per il Presidente del Consiglio Comunale anno 2017;
5) Approvazione Bilancio di Previsione triennio 2017/2019 e del D.U.P., quest’ultimo documento principe della programmazione che rappresenta il presupposto per l’approvazione del bilancio di previsione.

Una seduta che si è protratta per parecchie ore, conclusasi con l’approvazione di tutti i punti inseriti all’ordine del giorno.
Soddisfazione viene espressa da parte dell’Assessore al Bilancio dott.ssa Giorgia Giallongo che afferma:”Quando si approva un bilancio, non ci sono solo numeri ma dietro ci sono progetti importanti che riguardano la città e i cittadini. Sebbene lo strumento finanziario sia stato oggetto di emendamento, che io rispetto a livello politico, ritengo lo stesso tendenzioso e teso a sminuire la programmazione dell’Amministrazione protesa a soddisfare le attese dei cittadini. Come Amministrazione Comunale, di concerto con tutte le parti interessate, abbiamo redatto una programmazione finanziaria che mira a mettere in sicurezza i conti dell’Ente. Per questo, in qualità di Assessore al ramo e in qualità di Vice Sindaco ho dato espressa chiarezza di come stanno procedendo i lavori per la predisposizione del Piano di riequilibrio, ringraziando la collaborazione di tutti i Responsabili di Settore. Ringrazio pertanto i Consiglieri Comunali rimasti in aula al momento del voto sul Bilancio, per il senso di responsabilità. Ringrazio altresì il Responsabile dei Servizi Finanziari dott. Carmelo Lorefice per il lavoro certosino e complesso nella redazione degli atti e il Collegio dei Revisori per la loro attenta valutazione e supervisione degli stessi ”.
Soddisfatto anche il Sindaco Corrado Calvo, assente ieri sera in Aula per impegni istituzionali ( partecipazione, quale componente della delegazione regionale AnciSicilia, all’incontro dei Sindaci a Roma con la Presidente della Camera dei Deputati On. le Boldrini):
” Innanzitutto – afferma il Sindaco – vorrei esprimere il mio ringraziamento a tutti i consiglieri comunali presenti in aula per il senso civico e il grande senso di responsabilità. L’approvazione del bilancio di previsione non è soltanto un passaggio formale; non è esclusivamente il rispetto di un obbligo di legge. È la traduzione tecnica degli obiettivi politici dell’Amministrazione comunale, tanto più complessi in considerazione della difficile condizione finanziaria dell’Ente. Una condizione finanziaria che abbiamo ereditato e che, chiaramente, ne ha condizionato ad oggi il percorso che stiamo con fatica seguendo. Ogni giudizio su questo bilancio va sviluppato a partire dalla consapevolezza del dato di contesto complessivo, ovvero dai tagli operati dal Governo nazionale e dal Governo regionale ai trasferimenti, in prosecuzione di un trend che ha colpito duramente il nostro Comune. Circostanza alla quale vanno aggiunti, com’è noto, per un verso i rigidi parametri imposti dal “Decreto Salva Comuni”. Proprio nel corso dell’incontro alla Camera dei Deputati, assieme a tutti i colleghi Sindaci, abbiamo rappresentato al Parlamento e al Governo l’urgenza di veder riposta nelle comunità la massima attenzione possibile in tema di trasferimento di risorse finanziarie, di sostegno agli Enti locali”.
Sotto l’aspetto meramente tecnico il Responsabile dei Servizi Finanziari dott. Carmelo Lorefice afferma: “Si tratta di un bilancio triennale che risente dei tagli derivanti dai trasferimenti sia statali e sia regionali. Un bilancio quasi a consuntivo trovandoci praticamente alla fine dell’anno. Tiene conto dell’armonizzazione contabile che da circa tre anni viene applicata da tutti gli Enti Locali. Per quanto riguarda le entrate il peso maggiore è dato dai tributi comunali (IMU, TASI, Tassa rifiuti e servizio idrico). E’ un bilancio che assicura determinati servizi per la collettività seppur con tagli rilevanti anche nelle spese discrezionali” .

fonte Comunicato ufficio stampa Comune di Rosolini

Nessun commento

Lascia un commento