Il Rosolini domani difende il primato in Eccellenza: “Vogliamo il pubblico delle...

Il Rosolini domani difende il primato in Eccellenza: “Vogliamo il pubblico delle grandi occasioni”

887
0
SHARE
Foto nostro collaboratore Corrado Occhipinti

13 punti in classifica dopo le 5 giornate di campionato ed un sogno nel cassetto: quello di vedere un “Salvatore Consales” gremito di gente per poter continuare a gioire assieme dello strepitoso inizio campionato di questo Rosolini.

Domani pomeriggio, alle 15,30, i granata diretti da mister Natale Serafino scenderanno nel terreno di gioco di Rosolini per affrontare lo Sporting Adrano, partita valevole come sesto turno del campionato di Eccellenza. I granata capitanati da Emanuele Monaco hanno un primato da difendere ma rimangono con i piedi ben saldi a terra sapendo che l’obiettivo stagionale rimane quello di una tranquilla salvezza. Ma se la dirigenza rimane cauta sull’obiettivo da raggiungere, i tifosi sognano in grande perché questo potrebbe essere l’anno buono per conquistare quanto meno la zona play off.

Non saranno in campo i centrocampisti Walter Failla e Francesco Carbonaro. Per loro l’esperienza in granata si è conclusa a causa di problemi lavorativi e di studio. Ma mister Serafino potrà contare su giovani altrettanto scatenati e agguerriti.

“Nonostante la posizione in classifica che occupa l’Adrano è una squadra che non va sottovalutata -dice il vice presidente granata Daniele Randazzo-. Per questo sarà necessario non abbassare la guardia. Il nostro obiettivo è ancora lontano e per il momento è necessario rimanere con i piedi ben saldi a terra”.

Il vice presidente granata Daniele Randazzo (foto Corrado Occhipinti)

E poi l’appello al pubblico di casa: “Sarebbe bello vedere che gli sforzi e i sacrifici profusi dalla dirigenza e dalla squadra, oggi capolista del torneo di Eccellenza, venisse ricambiato a dovere dal pubblico con una presenza massiccia. Vedere un “Salvatore Consales” gremito di gente sarebbe stimolante e incoraggiante. Questa squadra lo merita. Ed è proprio vero… il pubblico è il dodicesimo uomo e adesso quell’uomo in più diventa per noi fondamentale per incoraggiare questi ragazzi che ogni domenica si battono nei campi di mezza Sicilia portando in alto il nome della città”.

Nessun commento

Lascia un commento