Il sindaco Calvo: “Cavalcavia pericoloso. Si rimedi prima di affidarlo alla gestione...

Il sindaco Calvo: “Cavalcavia pericoloso. Si rimedi prima di affidarlo alla gestione comunale”

1397
0
SHARE

In relazione alle criticità emerse e constatate dal locale comando di P.M, dopo l’apertura al transito veicolare del cavalca ferrovia sulla Provinciale 26 dovute soprattutto alla larghezza della carreggiata in prossimità dell’imbocco della rotatoria che non consente il transito all’incrociarsi di mezzi pesanti, il Sindaco Corrado Calvo ha inviato  una nota al Commissario del Libero Consorzio dei Comuni di Siracusa e per conoscenza al Commissario del Libero Consorzio dei Comuni di Ragusa con la quale chiede di ricercare soluzioni di viabilità alternative.

Così scrive il Sindaco Calvo: “Facendo seguito alle numerose segnalazioni di criticità riscontrate dai veicoli in transito nel cavalca ferrovia, susseguite alla recente apertura , in particolare si lamenta che, come già peraltro costatato dal locale comando di P.M., la larghezza della carreggiata del cavalca ferrovia, a causa del raggio di curvatura stradale in prossimità dell’imbocco della rotatoria non consente il transito all’incrociarsi di mezzi pesanti.  Tale circostanza é causa di frequenti ingorghi e costituisce pericolo alla incolumità pubblica, con l’aggravante della notevole mole di traffico a cui il cavalca ferrovia è sottoposto, in quanto attualmente rappresenta l’unico sbocco autostradale in direzione Ragusa e smaltisce il traffico di tutti i veicoli in entrata ed uscita dalla A18.    Per quanto sopra esposto si chiede un efficace intervento a soluzione del problema, prima che codesto ente prenda in consegna definitiva l’opera. Si chiede inoltre volersi adoperare per quanto di competenza, di concerto con il libero Consorzio dei Comuni di Ragusa  alla ricerca di soluzioni di viabilità alternative , in quanto come già attenzionato l’opera realizzata non è da sola in condizioni di smaltire tutto il transito dei veicoli provenienti da ed in direzione Ragusa, almeno fino all’apertura della tratta Rosolini -Modica”.

Nessun commento

Lascia un commento