Inizia la costruzione de “Le porte di Marzamemi”, la nuova sfida edile...

Inizia la costruzione de “Le porte di Marzamemi”, la nuova sfida edile di Carmelo Modica

3128
0
SHARE

“Le porte di Marzamemi” è il nome del nuovo progetto di lottizzazione realizzato dall’imprenditore rosolinese Carmelo Modica – titolare della ditta C.M COSTRUZIONI SRL- e dall’Ingegnere pachinese S. Walter Aruta.In contrada Forte, a soli 300 metri dal mare, nell’ incantevole Marzamemi, sorgeranno ben 122 unità immobiliari delimitate da numerose aree previste dagli standard urbanistici; queste ultime saranno destinate ad attrezzature di interesse comune, spazi pubblici e parcheggi.

Una sfida ardua, quella di Modica, che dimostra come la crisi economica si possa “aggirare” con un pizzico di coraggio.

Proprio ieri pomeriggio il sindaco di Pachino , Roberto Bruno, ha tagliato il nastro inaugurale che darà il via ai lavori. Presenti molti amici e operai della ditta di Modica e -con sorpresa- anche il sindaco di Rosolini, Corrado Calvo, che ha espresso la sua grande ammirazione per la tenacia di Modica, considerando la sua “sfida” un motivo di orgoglio per Rosolini. Direttore dei lavori e progettista, l’Ingegnere S. Walter Aruta ; la ditta C.M COSTRUZIONI SRL si occuperà dei lavori edili e la ditta SM IMPIANTI DI ROSARIO MODICA si occuperà dell’impiantistica. Si prevede infatti anche la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria quali fognatura, acqua, rete di illuminazione e distribuzione dell’energia elettrica.

Un progetto che può dirsi avviato grazie alla sinergia tra varie figure competenti; Carmelo Modica ringrazia infatti, oltre all’Ingegnere Aruta, il geometra Roberto Agosta che si è occupato della fase tecnico-legale e l’Onorevole Bruno Marziano, che ha partecipato attivamente alla realizzazione del progetto assieme al sindaco Roberto Bruno.

“Questo intervento – ha dichiarato il sindaco di Pachino-  è una delle concrete manifestazioni con le quali si dimostra che il nostro territorio attrae sempre più risorse e investimenti, con un programma di sviluppo che verte sulla riqualificazione turistica per la quale abbiamo dati estremamente incoraggianti. Noi, come “parte pubblica” e amministrazione abbiamo l’onere di costruire la qualità dei servizi pubblici e voi come “parte privata” avete il compito di costruire bellezza. La bellezza che è propria della natura e delle opere realizzate dall’uomo, che risiede nella capacità di costruire strutture ricettive in grado di accogliere al meglio cittadini e turisti.”

Un grande progetto e un grande rischio ma Modica dichiara: “Anche noi abbiamo paura della crisi ma riusciamo bene a gestirla. E’ la nostra forza di volontà che ci permette di andare avanti con tenacia e coraggio”.

Nessun commento

Lascia un commento