La Rosolini che non va: parco giochi Piazza Grande degradato!

La Rosolini che non va: parco giochi Piazza Grande degradato!

898
0
SHARE

Degrado pubblico, strade colabrodo rischiose per ciclisti e motociclisti nonché passanti; inciviltà diffusa, noncuranza cronica e per concludere, insicurezza per i più piccoli.

Se c’è un posto in cui i bambini dovrebbero giocare al sicuro, divertirsi e muoversi liberamente senza barriere o impedimenti, quello è il Parco Giochi. Ma nella realtà, gli spazi pubblici ricreativi per bambini, a volte, non si trovano in uno stato proprio decente: molti risultano in stato di degrado e abbandono sotto gli occhi di tutti, e nell’indifferenza di molti.

A mandarci la segnalazione, un nostro lettore. Dopo un pomeriggio trascorso all’aria aperta con i propri figli, questa è la situazione che ha trovato presso Piazza Grande, il parco retrostante il plesso scolastico Sacro Cuore: altalene rotte, tavole mancanti, scivolo precario, nonché incuria generale della Piazza.

A questo punto ci si chiede: il Sindaco, e l’Amministrazione Comunale sono al corrente di tutto ciò? Impegnare gli organi competenti ed effettuare un costante sopralluogo per verificare lo stato del Parco, probabilmente danneggiato dagli atti vandalici, e dalle solite scorribande di cittadini incivili, è ciò che tutti suggeriamo.

Ci sono genitori, e soprattutto bambini, in attesa di poter giocare liberamente senza il pericolo di farsi male o l’impedimento di non poter usufruire degli spazi dedicati al loro gioco. Occorre, altresì, evidenziare che l’assenza di una pronta ed immediata risoluzione della problematica, potrebbe rivelare un sistema di manutenzione degli arredi urbani carente sotto tutti i punti di vista.

La cura, la pulizia e la sorveglianza verso i luoghi pubblici dovrebbero essere azioni all’ordine del giorno. Ci auguriamo dunque, che tramite la segnazione, chi di dovere all’interno dell’Amministrazione comunale, provveda subito alla riqualificazione onde evitare inevitabili e ulteriori danni. Invitiamo pertanto, i cittadini a segnalarci eventuali problematiche e soprattutto al rispetto del luogo in cui viviamo. Perché è chiaro: se certi posti riversano in certi stati, occorre colpevolizzare il disinteresse, la negligenza e l’inciviltà pubblica.

Nessun commento

Lascia un commento