Pozzallo, istituto “A. Amore”: “Non si cancella il Natale nella nostra scuola”

Pozzallo, istituto “A. Amore”: “Non si cancella il Natale nella nostra scuola”

958
1
SHARE

L’Istituto Comprensivo Statale “A. Amore” plesso M. Rapisardi di Pozzallo (Rg) rispetta la tradizione cattolica e celebra il Santo Natale con l’allestimento di un Presepe dallo stile insolito e l’addobbo di un grande abete illuminato. La Dirigenza, nella persona della Professoressa Veronica Veneziano, ha sottolineato, nell’incontro avuto con i Referenti del Progetto “Presepe a Scuola”, che non possiamo ignorare la forte testimonianza di fede che proviene dalla nostra tradizione cristiana la quale affonda le sue radici nella Notte Santa del 1223 quando San Francesco d’Assisi realizzò, a Greccio, il primo Presepe della storia. Il Presepe è stato realizzato da alcuni genitori e dai bambini del plesso “M. Rapisardi” che hanno dato la loro disponibilità di concerto con la Dirigenza e gli Insegnanti di Religione Cattolica. È stato rispettato il canone tradizionale dei presepi: la composizione plastica della Natività e le figure dei Re Magi che vengono avvicinate ad adorare Gesù. Lo stile insolito è dato dal fatto di aver realizzato il tutto, compresi i personaggi e lo scenario paesaggistico, con pregiate stoffe e finissimi merletti. La nostra Scuola, ancora una volta, anche attraverso il Presepe, offre un’occasione preziosa per educare e per educarci: evoca emozioni e gioie intense, diventa Scuola di bellezza. Il presepe rimarrà sempre una riserva di valori: la pace, la gioia, la tenerezza. Quella stessa gioia e tenerezza che è stata notata negli occhi dei nostri alunni durante le fasi dell’allestimento e nel momento in cui il Presepe è stato completato con le luci tipiche del Natale e la riproduzione del classico suono delle cornamuse.

Rosario Meli – Funzione Strumentale ICS “A. Amore” Pozzallo (Rg)

1 Commento

Lascia un commento