Progetto piscina : “In acqua per crescere insieme” per l’ I. C....

Progetto piscina : “In acqua per crescere insieme” per l’ I. C. ”E. De Cillis”

1259
0
SHARE

La scuola deve essere inclusiva affinchè ciascuno possa esprimere al meglio le proprie potenzialità e possa raggiungere i propri obiettivi attraverso una diversificazione della didattica. L’.I.C.”E De Cillis” ha permesso ad alunni e alunne disabili di provare piacevoli ore in acqua, grazie al “Progetto Piscina” del quale il referente prof.Corrado Maltese ci descrive la meravigliosa esperienza didattica:

“Nel mese di maggio si è concluso il progetto piscina con ottimi risultati. E’ nato dall’idea che la pratica del nuoto contribuisce al benessere generale dell’alunno disabile. Infatti, il contatto con l’acqua dà sensazioni di piacevolezza e rilassamento e facilita il mantenimento dell’attenzione offrendo intense stimolazioni sensoriali, favorendo la gestione dei disturbi comportamentali e l’interazione sociale.

Al progetto hanno partecipato 25 alunni diversamente abili, della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Tutti gli obiettivi sono stati pienamente raggiunti, in otto lezioni a cadenza settimanale e in orario extra curricolare, presso la piscina comunale di Noto.

IMG_0245

Gli alunni sono stati seguiti da tre istruttori. Eccellente è stata la collaborazione fra scuola e famiglia, infatti la maggior parte dei genitori, ha partecipato collaborando attivamente per la realizzazione del progetto. Il progetto ha contribuito a rafforzare in ogni discente l’autonomia personale, la sicurezza, l’autostima e a far acquisire ad ognuno il controllo delle proprie emozioni. Tutte le attività sono state proposte sotto forma di gioco, ottenendo così una partecipazione attiva in un ambiente sereno, gioioso, stimolante e divertente, non strettamente didattico dove ognuno ha imparato a sperimentare e conoscere le proprie potenzialità”.

                                                               Prof. C. Maltese- I. C. ”E. De Cillis” 

Nessun commento

Lascia un commento