Salvo Di Grande al sindaco: “Manipolatore di menti, vergognati”

Salvo Di Grande al sindaco: “Manipolatore di menti, vergognati”

3480
0
SHARE

A seguito del video in cui il sindaco Corrado Calvo, nell’incontro con i membri dell’Arid ha definito “scienziati dell’economia” i tre consiglieri che hanno presentato l’emendamento al bilancio di previsione, ci scrive il consigliere comunale del Pd, Salvo Di Grande, che risponde al primo cittadino.

Ecco il testo integrale della lettera:

“MANIPOLATORE DI MENTI VERGOGNATI
Caro signor Sindaco, sto zitto da un anno e mezzo ma sulla vicenda incresciosa che si è venuta a creare, o meglio, che Tu hai creato negli ultimi giorni non riesco a tacere. Sei riuscito ad offendere non solo la mia intelligenza ma addirittura la mia “ignoranza” si sente profondamente colpita.
Il 5 Maggio scorso il Ragioniere Capo in una relazione dettagliata sulla situazione finanziaria del Comune, evidenziava che la Corte dei Conti con delibera 247\2016 aveva segnalato criticità tali da alterare gli equilibri economico-finanziari del Comune e ordinato l’adozione di apposite misure correttive. Lo stesso Ragioniere Capo ci invitava a mettere in atto sin da subito tali misure correttive per il ripristino degli equilibri finanziari. Probabilmente, caro signor Sindaco, avrai dimenticato di leggere tale relazione e ti consiglio vivamente di farlo, la trovi al Protocollo Generale n. 0011585 del 5 Maggio 2017.
Successivamente il Collegio dei Revisori esprimeva un parere non positivo riguardo le spese sostenute e ci consigliava, come avevano fatto la Corte dei Conti e il Ragioniere Capo, di limare il più possibile le spese per rimpinguare i debiti fuori bilancio. Signor Sindaco leggi anche questo.
All’ultimo Consiglio Comunale abbiamo quindi parlato della necessità di adottare misure correttive al bilancio prima della sua approvazione e tu ti sei detto d’accordo e disponibile ad incontrare tutte le forza politiche con l’intento di trovare, insieme, una soluzione per sistemare il bilancio. Ci incontri e, guarda un po’, ci dici che “il bilancio va bene così”.
Hai deciso di offendere la mia “ignoranza” o vuoi prendermi in giro? Non lo capisco e non lo capiamo. A questo punto, io e altri due consiglieri, Piergiorgio Gerratana e Concetta Calvo, prendiamo l’iniziativa di presentare un Emendamento che possa mostrare alla Corte dei Conti la volontà del nostro Comune di risolvere tali criticità e iniziare, nel contempo, un vero piano di riequilibrio. Dopo aver protocollato tale emendamento il nostro Signor Sindaco inizia a dire in giro che noi “scienziati dell’economia” vogliamo decapitare questo Comune.
Caro signor Sindaco permettimi di dirti che sei un grande manipolatore di menti! Questo comune l’hai assassinato tu che con la tua estrema incapacità a gestire, sei riuscito a non pagare gli stipendi ai dipendenti comunali per più di tre mesi e hai portato il Comune al degrado più totale. Hai detto che abbiamo tolto fondi ai Servizi Sociali e di conseguenza alla povera gente. Sei un bugiardo e non solo ti dico perchè ma te lo giustifico anche. Ecco elencato ciò che abbiamo tolto al bilancio:
– 3700 Euro (arredamenti e attrezzature): da inizio anno ad oggi non hai ancora speso nulla;
– 15.000 Euro (manutenzione servizi informatici): hai speso 2000 te ne abbiamo lasciati 6.000 ma puoi anche utilizzare i dipendenti del Tuo Comune;
– 12.000 Euro (incarichi progettazione): ad oggi non hai speso nulla;
– 10.000 Euro (feste e cerimonie): ad oggi non hai speso nulla e noi alle feste preferiamo pagare gli stipendi;
– 10.000 Euro (vestiario vigili): hai speso 18.000 Euro, te ne abbiamo lasciati 5000 per le emergenze e, pazienza, i vigili indosseranno divise fuori moda;
– 2.500 Euro (condono edilizio): ad oggi non hai speso nulla;
– 7.500 Euro (spese per la promozione della cultura): ad oggi hai speso 1685 Euro, ne hai altri 1.000;
– 2.500 Euro (gemellaggio): ad oggi non hai speso niente, te ne abbiamo lasciati 2.500;
– 97.153 Euro (formazione del PRG): ad oggi non hai speso nulla e ricordati che hai a disposizione nel Tuo Comune dei professionisti da poter utilizzare;
– 4.000 Euro (attrezzature PRG): ad oggi non hai speso nulla;
– 5.000 Euro (il verde pubblico): ad oggi non hai speso nulla;
– 5.000 Euro (pulizia del territorio): ad oggi non hai speso nulla;
– 4.000 Euro (parchi e giardini): ad oggi hai speso 200 Euro, te ne abbiamo lasciati 800;
– 2.000 Euro (fiere e mostre): ad oggi non hai speso nulla;
– 17.000 Euro (estate rosolinese): pazienza, preferiamo pagare gli stipendi;
– 10.000 Euro (Natale): anche in questo caso ci sembrano più importanti gli stipendi dei dipendenti comunali;
– 6.000 Euro (studi e ricerche): ad oggi non hai speso nulla;
– 5.000 Euro (promozione dei prodotti agricoli): ad oggi non hai speso nulla.
Caro Signor Sindaco vergognati, devi vergognarti soprattutto quando tenti di prendere in giro le persone, i tuoi concittadini che non conoscono la realtà dei fatti. Ti ricordo anche che lo scorso anno, sul consuntivo del 2016 abbiamo messo circa 14.000 Euro per le Parrocchie allo scopo di sostenere i più disagiati in occasione del Natale e, anche qui ci hai criticati perché non potevi organizzare il Natale. Vergognati, noi abbiamo salvaguardato la dignità delle persone, tu cosa hai fatto? Sicuramente mi risponderai che non hai potuto governare come volevi per colpa degli errori delle precedenti amministrazioni. Ma non eri tu che, dal palco, quando chiedevi consensi, ti ergevi a supereroe con tutte le soluzioni in mano? E dove sono tutte le tue soluzioni se non sei in grado di gestire neanche l’ordinaria amministrazione?
Ti faccio presente che non abbiamo toccato gli Istituti Comprensivi salvaguardando l’istruzione dei nostri figli; non sono state toccate le spese per la refezione scolastica e il trasporto, i contributi per le borse di studio, i buoni libro. Sono rimaste indenni le iniziative per la salvaguardia dell’ambiente, le iniziative orto sociali; gli interventi per la pulizia del territorio. Abbiamo inoltre mantenuto i fondi per le Associazioni sportive e di conseguenza il diritto allo sport per i nostri figli; le attività educative e ricreative per il tempo libero, il Servizio Sociale Professionale, l’Assistenza Integrativa in favore del cittadino in condizioni di indigenza temporanea, l’Assistenza Domiciliare agli Anziani, l’Assistenza ai Portatori di Handicap, i contributi agli ex detenuti. Sono rimasti indenni inoltre i fondi per il miglioramento della circolazione stradale, per gli interventi nel settore della zootecnia e tanti altri ancora.
In parole povere siamo stati ben attenti alle esigenze del cittadino fermo restando che al momento il superfluo può attendere. Ti ricordo, caro Signor Sindaco, e tu ricordalo alla gente, che non abbiamo toccato neanche il fondo di riserva: 80.805,75 che potresti utilizzare per il superfluo e la politica che evidentemente ti interessa più dei tuoi concittadini. Questi sono i fatti, le chiacchiere le lascio fare a te che sei un buon oratore.
Mio caro signor Sindaco tu non soltanto hai assassinato un Comune ma hai messo tutti i mezzi che hai potuto per distruggere anche il Consiglio Comunale. Tu rappresenti l’Amministrazione Comunale e non puoi permetterti di prevaricare il Consiglio che è l’organo supremo di controllo. Non puoi toglierci il diritto di emendare e discutere il bilancio comunale, diritto che è nostro insieme a poche, altre cose. Vergognati Signor Sindaco
Mi rivolgo agli altri 17 colleghi consiglieri comunali, non cadiamo nella trappola di questo manipolatore, vi chiedo di confrontarci al Consiglio Comunale, discutere su questo emendamento, perché è ancora possibile, e fare insieme le modifiche che riteniamo opportune. Non prendiamo la strada dell’abbandono non soltanto perché è quello che vuole questo manipolatore ma anche perché lasceremmo il nostro paese nelle mani di un incapace”.

Nessun commento

Lascia un commento