Torna il “Curso de dialecto y cultura siciliana” a riprova della grande...

Torna il “Curso de dialecto y cultura siciliana” a riprova della grande sinergia tra Rosolini e l’Argentina

556
0
SHARE

Torna, a distanza di tre anni e a grande richiesta, il “Curso de dialecto y cultura siciliana” in videocollegamento con il Circulo Siciliano de Santa Fe, tenuto dalla poetessa, studiosa di tradizioni locali e cultrice della lingua siciliana, la professoressa rosolinese Ignazia Iemmolo Portelli. La prima lezione si è svolta giovedì 3 dicembre, tante le novità in programma a partire dalla location della seconda stagione del corso. Le lezioni, a cadenza settimanale, si terranno in collegamento dai locali dell’agenzia di promozione turistica, East Sicily, che ha sede a Rosolini, in via Crispi 9, e sono aperti, previa richiesta, a eventuali concittadini che volessero assistere al suo svolgimento.

In foto un momento dell'incontro
In foto, un momento dell’incontro

A dare il benvenuto ai trepidanti corsisti in linea è spettato proprio alla ceo & founder di www.eastsicily.com, la giornalista Alessandra Brafa, che ha aperto il collegamento di un corso che promette tanti contribuiti audio e video. La parola è poi andata allo scrittore Corrado Calvo, che ha portato il saluto dell’associazione Cultura e Dintorni e della Commissione Cultura da lui presieduta, e al Sindaco Corrado Calvo, che ha inaugurato l’avvio dell’attività, fortemente convinto della necessità di rinsaldare questo grande legame con l’Argentina, di cui Giuliano Ovando Salemi, nominato nel mese di ottobre consulente comunale, a titolo gratuito, sulle problematiche relative ai rapporti con la comunità rosolinese in Argentina, è un grande e capace portavoce.

_DSC1013
In foto, la prof.ssa Ignazia Iemmolo Portelli

La docente Ignazia Iemmolo Portelli si è addentrata nelle ragioni del corso, spiegando come si articolerà e i contenuti in programma, entusiasmando i corsisti che, come riferito dal presidente del “Circulo Siciliano de Santa Fe”, prof. Ovando Salemi: “Sono grati alla città di Rosolini per la possibilità che è data loro di sentirsi a tutti gli effetti parte di una stessa comunità. Grazie a questo corso, sono tanti i figli di Siciliani dall’altro capo del mondo che hanno condiviso l’amore con la nostra terra e si sono mostrati desiderosi di conoscere di più, ponendo anche domande alla prof.ssa Iemmolo, pronta ed esaustiva nelle risposte”.

L’appuntamento, rinnovato nella ferma convinzione di poter consolidare i rapporti che uniscono i rosolinesi ai residenti in Argentina che vantano origini siciliane, è rivolto a chi ha lasciato o chi ha solo conosciuto l’isola nei racconti dei nonni ma vede nell’uso e nello studio della lingua il denominatore comune per ritrovare le proprie radici. All’incontro era presente anche il dott. Bartolomeo Portelli, a cui è affidato il planning del calendario e la diffusione del materiale del corso.

Il siciliano è una lingua di grande dignità che conserva la memoria storica, la cultura e le tradizioni di un popolo ed è già bastata una lezione in videoconferenza per scatenare quella voglia di sapere che sarà assecondata grazie all’impegno profuso, in maniera assolutamente gratuita e per amor di studio, ancora una volta dalla infaticabile poetessa Ignazia Iemmolo Portelli.

12279195_10208909029427476_8386097406183303734_n

Nessun commento

Lascia un commento