Processo non inizia da oltre un anno. La figlia di Cottonaro: “La...

Processo non inizia da oltre un anno. La figlia di Cottonaro: “La giustizia per mio padre si è fermata”

2479
0
SHARE

«Nostro padre, Salvatore Cottonaro, è stato barbaramente assassinato il 25 gennaio del 2006» da «allora sono trascorsi quasi 10 anni» e «la prima udienza del processo abbreviato per suo cognato, Carmelo Basile, accusato per omicidio volontario fissata il 2 luglio 2014 non è stata ancora celebrata, ma rinviata 4 volte». Lo scrivono al presidente del Tribunale di Siracusa e al Procuratore generale di Catania le due figlie della vittima, Elena e Giulia Cottonaro, chiedendo un loro «intervento per fare finalmente celebrare e definire questo processo».
«Abbiamo sempre sentito parlare di Giustizia lenta -scrivono nell’istanza- ma nel caso che riguarda nostro padre la Giustizia pare proprio essersi fermata»
Carmelo Basile, accusato di eccesso di legittima difesa, era stato assolto dal Tribunale di Avola. La sentenza è stata impugnata dalla Procura generale di Catania e la terza Corte d’appello etnea, il 5 aprile 2013, ha annullato la decisione del Tribunale di Avola e riqualificato l’accusa in omicidio volontario. Il processo non si è celebrato davanti alla Corte d’assise di Siracusa per la richiesta dei difensori dell’imputato di accedere al rito abbreviato.
«La prima udienza davanti al Gup di Siracusa -ricorda il legale delle sorelle Cottonaro, l’avvocato Giuseppe Lipera- era stata fissata per il 2 luglio del 2014. Da allora è stata rinviata altre tre volte. Adesso c’è una quinta data: il 27novembre del 2015».

Nessun commento

Lascia un commento