“Sorridere sempre e comunque”: lo cantano i Talè cu c’è, lo hanno...

“Sorridere sempre e comunque”: lo cantano i Talè cu c’è, lo hanno dimostrato le persone speciali

Un anfiteatro gremito, il calore della gente, il sorriso delle persone speciali. Questa l’atmosfera di gioia e fratellanza che si è respirata durante il “Concerto del sorriso”, tenutosi domenica 3 settembre all’Anfiteatro del Parco “Giovanni Paolo II”, a Rosolini.

995
0
SHARE

Una magia che si è ripetuta a distanza di un anno grazie alla “musica che unisce” dei Talè cu c’è, la band rosolinese che, assieme all’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e alle tantissime associazioni di volontariato presenti sul territorio, hanno dato vita alla terza edizione del Concerto del Sorriso, una serata all’insegna della solidarietà con l’obiettivo, ancora una volta pienamente raggiunto, di regalare ai meno fortunati momenti di giovialità e spensieratezza.

Uo scopo nobile per uno spettacolo che, per il terzo anno consecutivo, ha voluto sottolineare come la diversità non è una minaccia, ma ricchezza. E di umanità oltre che di specailità si è parlato. Sul palco, assieme ai musicisti, anche gli ospiti del Centro di Accoglienza Sandro Frasca che si sono esibiti in canti della loro cultura e hanno dedicato alla comunità rosolinese parole di gratitudine e stima per l’accoglienza ricevuta. Grandi emozioni sull’onda di successi senza tempo: “Uno su mille”, intonata da Carmelo Di Martino, componente del gruppo musicale e presidente della sez. provinciale dell’UICI, si è trasformato nell’inno alla speranza che ha visto unirsi in un corale abbraccio i rappresentanti delle associazioni che nel territorio ogni giorno, spesso in silenzio e lontano dal clamore mediatico, si occupano di sociale. Tanti gli sponsor e le realtà di volontariato che hanno aderito agli scopi della manifestazione, tra queste: Uici, Arid, Vertical Sicilia, Avis, “Arcobaleno e i cavalieri di S. Valentino”, Amici di Ludovica, Fratres, Il Sorriso di Vanni, Aido, Coop. Futura, Coop. Il Sentiero e la Misericordia che ha predisposto un servizio trasfer gratuito per l’occasione.

L’evento, patrocinato dal Comune di Rosolini, ha visto gli interventi del Sindaco Corrado Calvo, del vicesindaco Cinzia Giallongo e del consigliere comunale Tina Cicciarella. Un sentito e lungo applauso è seguito alla recita della poesia “Mammuzza mia“, scritta da Marco Caruso e recitata dagli attori del Cast; versi che affrontano con delicatezza d’animo il tema della disabilità. Indiscusso e travolgente showman della serata Pinello Gennaro, voce del gruppo, che ha ricordato la mission del Concerto del Sorriso: “Prendiamoci per mano e voliamo insieme tra le note al di sopra di ogni steccato fisico o mentale. La musica e’ vita”.

L’evento è stato prodotto dall’associazione Corto Barocco con la regia di Tommaso Latina, responsabile di produzione e voce fuori campo Marco Caruso, il team della SG service di Giuseppe Santacroce, mentre la comunicazione è stata curata dall’agenzia di promozione turistica East Sicily di Alessandra Brafa.

Ridendo e scherzando – hanno concluso Pinello Gennaro, Giancarmelo Pulisi, Carmelo Di Martino, Sebastiano Emmolo, Nino Savarino, Peppe Santacroce e Pippo Cicero, al secolo i Talè cu c’è,– siamo arrivati alla terza edizione. Il sorriso ha un peso, un valore. Per noi il sorriso è una cosa seria”. E tra sorrisi e note ci si è dati appuntamento al prossimo anno, per la quarta edizione di un attesissimo concerto che arricchisce il palinsesto estivo degli eventi, ma in primis gli animi dei suoi partecipanti che portano a casa una grande, unica lezione: “Sorridere sempre e comunque“, come ancora una volta hanno dimostrato gli ospiti speciali dell’incredibile serata.

Alessandra Brafa

Nessun commento

Lascia un commento