XXVI Premio Sicilia “Federico II”: culla di moda, cultura, arte e spettacolo

XXVI Premio Sicilia “Federico II”: culla di moda, cultura, arte e spettacolo

1195
0
SHARE
Corrado Armeri con la stilista Lucia Caccamo.
Corrado Armeri con l’attrice Manuela Ventura.

Un’edizione ricca di personaggi illustri, giovani promesse ed altrettante personalità di spessore artistico, letterario, poetico ed editoriale. La XXVI edizione  del Premio Sicilia, sezione “Federico II”, anche quest’anno si è confermata un premio di numeri e di gradimenti, reso ancor più di respiro nazionale con la finale del Concorso Over Donna In 2017. La manifestazione,

Il momento della consegna del premio a Michele Giardina (giornalismo d’inchiesta per il libro Mal di Mare).

svoltasi sabato 30 settembre presso “Il Mercato” di Ispica, è stata possibile grazie al patrocinio di: amministrazione di Ispica, Sovrano Ordine Monastico Militare dei Templari Federiciani, Protezione Civile Templare

Federiciana, Corpo di Pubblica Assistenza Templare Federiciano, Corpo Ospedaliero Templare Federiciano,

Vanessa Arcadipane.

Caffè Letterario Federiciano, Accademia Federiciana, Senato Accademico Federiciano, Club Service Federiciani e Prix Television. Momenti canori ed esibizioni musicali hanno fatto da cornice alle varie premiazioni. Nell’ordine: premio alla carriera alla famosa Manuela Ventura, attrice di famose fiction come “Il Commissario Montalbano”, “Distretto di Polizia”, “R.I.S.”, “Squadra Antimafia”, e tanti altre.

Alla cultura e alla letteratura i premi sono andati al giornalista e scrittore rosolinese Giuseppe Gallato (fantasy), a Vanessa Arcadipane (fantasy), a Gianna Eterno (letteratura), a Gianna Spiaggia (poesia) e a Michele Giardina (giornalismo d’inchiesta per il libro Mal di Mare).

“Sono veramente onorato di aver ricevuto questo riconoscimento – ha dichiarato nel suo intervento Giuseppe Gallato -, e particolarmente soddisfatto per un duplice motivo: da una parte per il premio in sé, per la sua importanza,

Mariella Caruso consegna il
Premio alla Cultura (sezione fantasy) a Giuseppe Gallato.

dall’altra perché questo da luce a un genere che in Sicilia, ma in generale in tutta Italia, è poco valorizzato, quale il fantasy. E di questo sono veramente grato a Corrado Armeri, alla giuria e a tutto lo staff organizzativo, che al di là delle ventitré pubblicazioni in ambito letterario e dei diversi riconoscimenti ottenuti in un anno e mezzo, hanno valorizzato la tenacia con cui porto avanti questa difficile strada. Certo, nei miei scritti non emerge un genere classico, ma più psicologico – continua lo scrittore -, dove le trame si sviluppano in una terra di confine tra realtà e fantasia, sul margine sottile di quella linea astrale/onirica dove condizionamenti psicologici, esperienze di vita e paure si fondono a vari livelli. Un confine inscindibile tra due mondi mai nettamente distinto, che rischia a volte di disorientarci, ingannarci e confonderci. Altra soddisfazione, inoltre, – conclude Gallato – è stata anche quella di aver conosciuto tanta gente di un certo spessore culturale, come la giovane e talentuosa Vanessa Arcadipane che mi ha parlato del suo romanzo paranormale “Diamante Nero”, Gianna Eterno, scrittrice di grande sensibilità, e la bravissima poetessa Gianna Spiaggia, colleghe con cui ho condiviso questa fantastica esperienza”.

Gianna Eterno.

Molto interessante anche l’intervento di Gianna Eterno. “Per me è stata una sorpresa e un onore ricevere il Premio Cultura 2017, e per questo ringrazio il Gran Maestro Corrado Maria Armeri per avermi assegnato questo prestigioso riconoscimento. Con questa ennesima vittoria la mia autostima aumenta ancora di più perché non capita tutti i giorni essere invitata al Premio Sicilia assieme a persone che si distinguono in vari campi culturali contribuendo insieme a dare valore alla nostra bellissima terra: la Sicilia. Lo scorso 30 settembre, nel mio piccolo, mi sono sentita una persona stimata e ammirata. Ho sempre sostenuto che nella vita bisogna sempre migliorarsi, superarsi e mai superare. Io, giorno dopo giorno, continuo a dimostrare con grande volontà e voglia di fare che una donna anche dopo i quarant’anni non è finita o superata! Nella vita tutto può cambiare solo se lo si vuole!”.

Gianna Spiaggia.

Significative le parole della poetessa Gianna Spiaggia. “Fin da quando ho cominciato a scrivere i miei genitori mi ripetevano che era tutto il gioco di una mente adolescenziale in cerca di sfogo, poi in realtà per me andava diventando tutto più consolidato con pubblicazioni su riviste siti a tema antologie e poi premi, fino al più importante: il terzo premio al concorso Bernardino Giuliana città di San Cataldo Sicilia. Poi quando arrivò mio figlio, avendo abbandonato il mondo della scrittura per fare la mamma a tempo pieno, ricevo la chiamata di Gianna annunciandomi la consegna del premio Federico II alla cultura. Ho pianto; è il segno che devo continuare e non demordere, il segno che la scrittura è parte di me che senza non ci so stare. Ringrazio Corrado Armeri per avermi consegnato questo premio, e Gianna Eterno che mi ha fatto partecipe di un concorso così importante. Adesso ho più voglia di andare sempre più avanti”.

In collegamento da Milazzo dal Castello di Federico II, per l’arte, i premi sono andati a Nino Pracanica e Gina Previtera. Per il concorso Moda, le partecipanti hanno indossato gli abiti delle stiliste calabre Maria Morabito, Domenica Tripoli e delle stiliste siciliane Lucia Caccamo e Cinzia Dori. Per il concorso Over Donna In, i titoli sono andati a: Maria Antonietta Pantò (Sicilia),vincitrice del titolo assoluto “Donna In 2017 giuria tecnica”; Agata Nicotra (Sicilia), vincitrice del titolo assoluto “Donna In 2017 giuria popolare ” e vincitrice nazionale cat. 28 – 38; Loredana Caprino (Lombardia), vincitrice nazionale cat. 39 – 48; Concetta Pagliarella (Abruzzo), vincitrice nazionale cat. 49 – 58 + over 60; Janeth Fierro (Colombia), Donna In testimonial; Ioana Ossino (Romania), Donna In Testimonial. Le altre partecipanti sono state Rossella Papa, Chiara Sgherza, Mariolina Lamberto, Saruccia Vittordino, Carmela Annino,Silvana Lo Schiavo. Inoltre hanno sfilato le ragazze e le piccoline della Compagnia della Moda,con le musiche dal vivo del D.J Augustano Lazaru5, alias Gino Lazzari.

Il momento della premiazione ad Agata Nicotra.

Incontenibile l’emozione di Agata Nicotra nel momento della premiazione. “Non mi aspettavo questa vittoria, e quando ho ricevuto la seconda fascia stavo per svenire – ha dichiarato -. Le mie amiche mi definiscono una persona troppo pessimista e insicura. Non solo non mi aspettavo di vincere, ma avevo paura di essere giudicata come ‘La mamma che gioca a fare la bambina’. Poi però ho accettato l’invito degli organizzatori, ho giocato, mi sono divertita. Ho trascorso tre giorni indimenticabili e conosciuto persone meravigliose. Voglio ringraziare tutte persone che hanno organizzato questo evento e tutti quelli che hanno contribuito a renderlo possibile. Per me è stata una vacanza speciale che mi ha donato un po’ di sicurezza, tanti sorrisi e l’amicizia di persone meravigliose”.

Tra gli ospiti della serata, Lucia Aparo e le vincitrici del Musa D’Argento, per la categoria canto, la 1ª classificata edizione 2017 Francesca Monaco, la 2ª classificata Krizia Lupo e Marta Barrano vincitrice dell’ediz. 2016; presenti anche le vincitrici della categoria moda del Musa, Sara Iurato, Giulia Autore, Pamela Zisa, Asia Corbascio e Ludovica Cutuli. Presenti anche Asia Santacroce, Sara Poti e Luna Stella Sole. Presentata inoltre l’Accademia di Portamento, la posa fotografica, il trucco e  benessere della Prix Television. Infine il presidente del Musa D’Argento, Lucia Aparo, ha consegnato a Corrado Armeri un riconoscimento per la sua professionalità, avviando un rapporto di sinergia e collaborazione tra i due premi Federico II e Musa D’Argento. A consegnare i titoli delle Miss Salvo Latino, titolare de “Il Mercato”.A occuparsi della cura estetica delle modelle, Elisa Misseri e Rosa Vetrano per il make up, lo staff di Giancarmelo Puglisi delle sedi di Ispica e Rosolini per la cura delle acconciature. A gestire la direzione del premio, un team straordinario nelle persone di Luigi Messina, Lucia Caccamo, Mariella Caruso, Rosario Abate, Salvatore Barone, Piero Cicero, Rosa Vetrano, Luigi, Mariavittoria e Annalisa Armeri. La direzione televisiva è stata affidata ad Alessandro Baglieri e Valeria Baglieri, la logistica a Tommaso Oddo, i trasporti al Pulman Baglieri, e l’esterna televisiva a Carlo Schiavo e Salvatore Lentini, con la collaborazione scenica e luci di Esseci Service Modica dei fratelli Civello.

Corrado Armeri con Lucia Aparo.

“Innanzitutto un grazie al presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri Valentino De Ieso per la collaborazione, Lorella Misseri, Salvo Caccamo, Lucia Cassarino, Saro Sigona, Giuseppe Giganti e a tutti coloro che credono in questo progetto – ha affermato Corrado Armeri, ideatore nonché presentatore della serata -. Il Premio Federico II, prima Premio Radio Noi, ogni anno acquista sempre più visibilità e qualità, abbracciando tutta la Sicilia. Oltre alla moda, il Premio, portavoce di una terra culla del mondo, oggi celebra anche la cultura e l’arte, declinato nell’operato di tanti giovani che hanno ancora il coraggio di scommettersi, ed è nostro dovere dar loro la giusta riconoscenza.”

 

Vania Scarso

(Foto Francesco Capparelli)

Nessun commento

Lascia un commento