Aggiornate le tariffe per le concessioni cimiteriali; più economica la stipula degli atti

623
- Pubblicità a pagamento -

Con apposito atto la Giunta Comunale, presieduta dal Sindaco Pippo Incatasciato, ha proceduto all’aggiornamento delle tariffe per le concessioni cimiteriali e delle modalità di stipula degli atti.

Pubblicità a Pagamento

Per quanto riguarda le tariffe, queste in pratica rimangono invariate rispetto allo scorso anno al fine di non gravare ulteriormente sui potenziali assegnatari e incentivare il riordino dell’attuale quadro gestionale.

La novità sostanziale e di rilievo invece, riguarda la modalità di stipula degli atti delle concessioni delle aree.

Una modifica che apporterà un beneficio economico solo ed esclusivamente per il cittadino.

“Le concessioni cimiteriali infatti – tiene a precisare il Sindaco Incatasciato – fino ad oggi sono state conferite tramite scrittura privata autenticata e rogito del Segretario o del vice Segretario. Tutto ciò ha comportato per il cittadino non solo il costo della concessione, che varia a secondo la tipologia, ma altri oneri alcuni dei quali di una certa entità da versare esclusivamente all’Agenzia delle Entrate. Considerato infatti, a prescindere dal valore della concessione, che si tratta  di atti soggetti  alla registrazione presso l’Agenzia delle Entrate, questi comportano un costo a carico del cittadino la cui somma oscilla tra le duecento e le quattrocento euro. Con l’atto deliberativo approvato, confortati dalla normativa vigente, si è stabilito di consentire ai cittadini di stipulare l’atto di  concessione cimiteriale mediante scrittura privata non autenticata tra il Dirigente e lo stesso cittadino. Pertanto – conclude il sindaco – trattandosi,  nella stragrande maggioranza dei casi, di una scrittura privata non autenticata, questa  non è soggetta a registrazione, fatta eccezione solamente se questa deve essere usata per fini legali. La non registrazione all’Agenzia delle Entrate permetterà al cittadino un notevole risparmio la cui entità ammonta, come si diceva, a secondo la tipologia della concessione”.

Ufficio Stampa – Giuseppe Lorefice ( tess. 112774)

- Pubblicità a pagamento -