Agriblea: visita studio dell’Università di Catania

270
- Pubblicità a pagamento -

L’Agriblea di Giorgio Agosta continua ad essere una delle aziende più in vista nel settore agricolo. Nota per il biologico e la territoriaità dei suoi pomodori secchi, è meta di visite di aziende sia italiane che internazionali, di studenti, turisti appassionati di gastronomia e di esperti del settore.

Da specialisti e professori, dall’Università della Florida a quelle italiane, e soprattutto siciliane. Ieri mattina, l’azienza ha ricevuto in visita un gruppo di 60 studenti dell’Università di Catania, del corso di laurea magistrale della Facoltà di Agraria, Corso di laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari, Dipartimento 3A , accompagnati dai loro docenti, il Prof. D. Ferdinando Branca (Orticoltura e Floricoltura),  e il Prof. D. Mario D’Amico (Marketing e Gestione di Impresa Agroalimentare).

Il dipartimento 3A, nell’ambito del percorso didattico e di momenti di incontro studio/lavoro, ha organizzato una giornata intensa di visite presso aziende agricole ed alimentari della Sicilia del sud-est, fra le quali, è stata scelta anche Agriblea, per l’unicità e l’alto livello di qualità nei processi produttivi dei pomodori biologici essiccati al sole.

Il gruppo di studio, formato da futuri tecnologi alimentari, è stato accompagnato dal titolare dell’azienda Giorgio Agosta a visitare il magazzino di lavorazione dei prodotti, le celle frigo, il reparto di selezione manuale dei prodotti e il confezionamento.

Agli studenti in tecnologie alimentari è stato offerto un lunch brunch a base di pomodorini secchi in goccia d’olio. Il lunch brunch è stato molto gradito dai giovani ospiti, che hanno riscoperto sensazioni gustative primordiali e genuine.

- Pubblicità -