“Area Contesa Arte” e “Omaggio a Frida”, l’arte di Salvo Distefano presente alle mostre nazionali di Roma e Milano

1649
- Pubblicità -
Il dipinto “Frida – Viva la vida”.

Ama definirsi un “imbrattatore di tele”, un’artista in continua evoluzione che nella pittura materica trova la sua dimensione ideale. Stiamo parlando del rosolinese Salvo Distefano, le cui opere e il cui stile – che può essere visto come un impressionismo in chiave moderna – continuano a riscuotere ampi consensi di pubblico e critica. Nei suoi dipinti, infatti, si possono cogliere una moltitudine di stati d’animo data dal tocco e dalla gamma dei colori utilizzati.

- Pubblicità -

Colori spesse volte caldi e vivi come la sua amata Sicilia, soggetto indiscusso delle sue opere presentate nella bellissima galleria “Area Contesa Arte” nella prestigiosa Via Margutta di Roma. Una mostra molto ricca e variegata, svoltasi dal 19 gennaio al primo febbraio, che ha registrato un gradito successo con la presenza di tanti altri ottimi artisti provenienti da tutta Italia.

“Sola ma non in solitudine”.

“Questa collettiva ha per me un significato importante – ha spiegato l’artista Distefano –. Si sente parlare spesso di come e quanto le amicizie sui social siano superficiali ed effimere. Io, invece, voglio celebrare proprio le amicizie nate attraverso l’arte sui social. Gli amici con i quali ho condiviso questa mostra mi hanno arricchito profondamente con la loro arte, con la loro amicizia e, soprattutto, con il loro prezioso incoraggiamento. Veniamo da ogni parte d’Italia per il piacere di condividere insieme in amicizia quanto ci ha uniti: l’Arte! Sono tante le persone che mi preme ringraziare – ha concluso –, prima su tutte l’amica artista Barbara Di Mauro, romana ma di origini siciliane, per l’impegno profuso nell’ottima riuscita della mostra”.

“Non sei sola”.

Ma oltre alla sua amata Sicilia, Salvo Distefano ha voluto esporre in questa collettiva anche quadri accomunati dal delicato tema della violenza sulle donne. Ed è proprio una donna la protagonista indiscussa di un’altra importante mostra a cui l’eclettico artista ha preso parte lo scorso 16 febbraio: “Omaggio a Frida”. A cura di Amedeo Fusco, l’esposizione –  che si protrarrà fino al 14 marzo prossimo -di opere di pittura, scultura, fotografia e pirografia realizzate da circa 70 artisti di diversi paesi, è un omaggio all’artista Frida Kahlo. Nata a Coyoacán nel 1907, l’artista messicana divenuta ormai una vera e propria icona del nostro tempo per il suo carattere multiforme e la sua anima rivoluzionaria che si legge nei suoi quadri ricchi di simbolismo.

“Bellezze a Vendicari”.

La mostra diventata itinerante, è partita da Roma, Cancelleria Vaticana, proseguendo con Bergamo, Sala Manzù per approdare presso la prestigiosa sede dell’Istituto Cervantes di Milano in collaborazione con il Consolato del Messico a Milano. Insieme ad altri prestigiosi artisti, Salvo Distefano ha presentato la sua “Frida – Viva la vida”, il suo personale omaggio per diffondere il ricordo di un personaggio di grande spessore e trasmettere la forza con cui l’artista messicana affrontava la vita attraverso l’arte.

Giuseppe Gallato

“Marzamemi in 500”.
“Infiniti soli – innumerabili mondi”.
“La vita e la morte”.
- Pubblicità -