Bagni pubblici, interviene anche l’ex sindaco Calvo: “Si installino telecamere, non si rimuova la paratia”

Bagni pubblici, interviene anche l’ex sindaco Calvo: “Si installino telecamere, non si rimuova la paratia”

Dopo l’ordinanza del Commissario di chiusura dei bagni pubblici, con relativa rimozione della paratia definita “rifugio orinatorio”, interviene anche l’ex sindaco Corrado Calvo.

Fu la sua amministrazione, infatti, a installare la paratia di fronte ai bagni pubblici nel 2014. La parete schermante, completamente in acciaio inox, che adesso sarà rimossa, è costata all’Ente 1.586 euro.

“Apprendo di questa decisione del Commissario di rimuovere il pannello che maschera l’ingresso dei bagni pubblici, pannello installato durante la nostra amministrazione e realizzato in maniera assolutamente decorosa e stilisticamente apprezzabile. Tutti i luoghi pubblici – contiua l’ex sindaco- sono dotati di indicazioni e tabelle segnaletiche opportunamente realizzate che indicano il percorso per i bagni pubblici.

Se l’esterno dei nostri bagni è diventato un luogo in cui persone poco sensibili fanno i loro bisogno, si provveda all’installazione di alcune telecamere, dato che il luogo è anche annesso al Palazzo Comunale. La rimozione della paratia in acciaio inox non è la soluzione”.

CATEGORIE
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )