Bruciata l’auto ad un Vigile urbano di Rosolini

6744
- Pubblicità -

Una Fiat “Panda” è andata in fiamme questa notte, verso l’1, in via Orfanatrofio Leggio. L’auto era parcheggiata proprio davanti l’abitazione del proprietario, un dipendente comunale in servizio nel Corpo dei vigili urbani, Salvatore Incatasciato, ed è stata completamente distrutta dalle fiamme. Danneggiata lievemente anche un’auto che era parcheggiata nelle vicinanze, prontamente spostata. Danni anche agli immobili e alla rete elettrica. L’incendio, molto probabilmente doloso, è stato appiccato verso l’1. Il vigili del fuoco sono arrivati dopo circa un’ora.

 

Il Comune di Rosolini ha diramato il seguente comunicato stampa di solidarietà all’ausiliario del traffico Salvatore Incatasciato

Solidarietà del Sindaco e dell’ Amministrazione all’Ausiliario del traffico per l’incendio della sua autovettura.

Il Sindaco ing. Corrado Calvo, la Giunta Comunale e  il Comandante  della Polizia Municipale esprimono la loro piena solidarietà all’Ausiliario del traffico Salvatore Incatasciato per  l’episodio accaduto stanotte con il rogo che ha distrutto l’automobile di proprietà della sua  famiglia. Un episodio sul quale stanno indagando gli Agenti del Commissariato di Pachino intervenuti sul posto, congiuntamente ai Vigili del Fuoco del distaccamento di Noto che hanno provveduto a domare le fiamme. “Siamo solidali con il dipendente Salvatore Incatasciato,  afferma il Sindaco Corrado Calvo. Ci troviamo di fronte ad un episodio che, al di là della matrice, ci lascia turbati e colpisce l’intera collettività locale. Episodi del genere non possono e non devono passare inosservati. Gli agenti – prosegue il Sindaco – svolgono un servizio fondamentale per la nostra comunità per la vicinanza ai cittadini e per il loro impegno quotidiano per il rispetto della legalità. Per questo obiettivo dobbiamo collaborare tutti, amministratori, forze dell’ordine e cittadini.  Nel rinnovare la fiducia nelle Forze dell’Ordine, perché possano presto fare piena luce sull’accaduto, individuandone i responsabili, ribadiamo la netta condanna verso ogni forma di violenza e di mancanza di rispetto verso le istituzioni di questa città”.

- Pubblicità -