Cade dalla scala e sbatte la testa: perde la vita un imprenditore rosolinese

14477
- Pubblicità -

Cade dalla scala e sbatte la testa: perde la vita un imprenditore rosolinese. L’incidente domestico è avvenuto nel tardo pomeriggio di giovedi scorso in via Lentini, 16, a Rosolini.

A perdere la vita un uomo di 54 anni, Francesco Avola, titolare della ditta di pulizia “L’Aquilone”. Stava lavorando all’interno della propria cucina quando, per cause ancora in corso di accertamento, avrebbe perso l’equilibrio dalla scala in ferro su cui era salito per allacciare alcuni fili della rete telefonica. Avrebbe sbattuto violentemente la testa cadendo all’indietro.

A trovare il corpo senza vita é stato il cognato. La moglie, infatti, si trovava a lavoro, ma non riuscendo a contattare il marito avrebbe allertato il fratello chiedendogli di recarsi a casa e capire i motivi del silenzio. Ma una volta arrivato in via Lentini l’amara sorpresa. Avrebbe tentato invano di rianimarlo con un massaggio cardiaco. Sul posto l’ambulanza del “118” ma i medici non hanno potuto fare altro che confermare il decesso.

Nell’abitazione sono giunti i Carabinieri della locale stazione, coordinati dal comandante Giuseppe Vaccaro, che hanno aperto un’indagine per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente mortale. L’immobile è stato momentaneamente posto sotto sequestro così come la salma trasferita all’interno dell’obitorio del cimitero di Rosolini. Oggi sarà effettuata l’autopsia da parte del medico legale Antonio Sciabica.

Francesco Avola lascia la moglie e un figlio.

 

- Pubblicità -