Cure naturali, conosciamo i Fiori di Bach

941
- Pubblicità a pagamento -

Chi ama prendersi cura della propria salute in modo naturale evitando, quando possibile, di assumere farmaci, avrà sicuramente sentito parlare di questi rimedi che la natura ci offre e che si stanno affermando sempre di più come cure complementari a quelle usate nella medicina convenzionale.

I Fiori di Bach sono stati scoperti e prendono il nome dal dottor Edward Bach, medico chirurgo inglese dei primi del ‘900 il quale, sostenendo la concezione olistica di unicità mente-corpo-spirito, abbandonò la sala operatoria per occuparsi di omeopatia e medicine naturali.

Utilizzare i Fiori per accrescere il proprio benessere psico-fisico è una scelta sana perché, come qualsiasi rimedio vibrazionale, non ha controindicazioni e può essere somministrato anche a bambini e donne in gravidanza.

Per spiegare come agiscono i Fiori di Bach facciamo riferimento a principi noti in fisica quantistica che dimostrano la natura energetica della materia. Prevalentemente, il campo d’azione di questi rimedi è quello dell’emotività e degli stati d’animo, ma come la medicina psicosomatica ci insegna, la mente non è staccata dal corpo e uno squilibrio a livello mentale ha conseguenze anche sul corpo fisico.

Ogni rimedio vibrazionale, risuonando a una specifica frequenza per un determinato stato di squilibrio, agisce riequilibrando l’onda e ripristinando l’armonia.
I Fiori di Bach sono 38, ognuno di questi è preparato seguendo specifici metodi alchemici; possono essere utilizzati singolarmente o miscelati a seconda del bisogno.
Questi rimedi costituiscono un valido aiuto e sostegno, ma non sostituiscono le terapie mediche.

chiara-sammito

A cura della dott.ssa Chiara Sammito,
biologa, nutrizionista e naturopata
www.centronutrilab.it
info@centronutrilab.it
Cell: 328.6076601

- Pubblicità -