Dall’area Pip al centro storico, le priorità della Cna per il prossimo sindaco

Dall’area Pip al centro storico, le priorità della Cna per il prossimo sindaco

“La crisi pandemica unita alla già debole condizione dell’economia locale ha ulteriormente aggravato la situazione di difficoltà economica ed occupazionale del nostro territorio, oggi, più che mai, sentiamo la necessità di avviare una stagione di proficua collaborazione e cooperazione che raccogliendo il sostegno del mondo produttivo, dia un segnale positivo a tutto il sistema locale, attraverso una serie di impegni e azioni concrete”.

Iniziano così il documento programmatico per i candidati a sindaco di Rosolini, il presidente comunale della Cna Giuseppe Cicero e il vice presidente provinciale Alessandro Celeste, per “ricordare” quali sono le urgenze del comparto imprenditoriale. Dall’area Pip al centro storico fino ad un deciso contrasto dell’esercizio abusivo dell’attività d’impresa.

“Gli sforzi compiuti in questi anni imprevedibili -aggiungo Cicero e Celeste-, con la vera resilienza delle piccole imprese del nostro territorio non possono rimanere vani. È il tempo della cooperazione e della integrazione che passa per azioni condivise e che mettano al centro gli interessi dell’artigianato, del commercio e della piccola impresa locale, cuore pulsante dell’economia delle nostre comunità e baluardo per la coesione sociale.

In questo senso sentiamo di avanzare alcune proposte e priorità fondamentali che, auspichiamo, possano essere accolte e sostenute dai candidati alla carica di sindaco:

  • Priorità assoluta allo sviluppo e valorizzazione dell’area di insediamento produttivo di Rosolini. Un risultato fortemente voluto dalla nostra organizzazione che oggi rappresenta un volano produttivo e che va valorizzata per il suo pieno inserimento in area ZES, zone che beneficeranno di importanti incentivi e agevolazioni per gli investimenti ed una forte connessione con le aree portuali ed aereoportuali. Anche questo un obiettivo di CNA. In tal senso chiediamo a gran voce di avere il prossimo primo cittadino al nostro fianco affinché si prevedano agevolazioni anche per la costruzione di edifici e per il personale dipendente. CNA ha una specifica proposta che, dopo anni di scarsa attenzione, punti a promuovere il sito produttivo rendendolo attrattivo e facilitando gli investimenti di cui beneficerebbe l’intera comunità. Ricordiamo che numerose imprese rosolinesi hanno, negli anni, delocalizzato i propri investimenti in favore di comunità limitrofe.
  • Priorità anche al centro storico ed alle vie del commercio in parte abbandonate anche dagli operatori. Occorre favorire il ripopolamento delle vie cittadine con sgravi mirati sulla tassazione locale, un accordo con CNA che attraverso il proprio sportello startup, il consorzio fidi UNIFIDI Sicilia e le tante agevolazioni previste. Occorre una logica integrata, il privato va incentivato con assistenza finanziaria, agevolazioni sulla tassazione locale così come i proprietari degli immobili cui va dato ulteriore incentivo, ad esempio, con l’applicazione della minima aliquota IMU;
  • In relazione al posizionamento del territorio nell’offerta turistica occorre proseguire nel solco tracciato da tempo anche dalla nostra organizzazione. Vanno valorizzati i siti di interesse culturale connettendoli all’artigianato ed all’agricoltura locale. Il turismo esperienziale è ormai una realtà consolidata e CNA partecipa a numerosi eventi di promozione di questi circuiti anche in fiere di interesse internazionale come il TGG di Rimini oltre ad una proficua collaborazione con un partner internazionale del calibro di AIRBnB. Mettere in connessione queste azioni è necessario e sta alla base di una offerta diversa in linea con la richiesta dei turisti e degli operatori di settore;
  • In relazione alle opere pubbliche è necessario che si faccia ripartire quel sistema di piccoli interventi infrastrutturali, manutentivi e di recupero che possono permettere alle piccole imprese edili di rimettersi in movimento, conosciamo le difficoltà economiche dell’ente ma consideriamo opportuna la predisposizione di un piano di opere manutentive da considerare nell’ambito delle scelte strategiche dell’ente e che possiamo sostenere anche rispetto richieste finanziarie ad enti terzi;
  • È auspicabile una lotta serrata all’evasione con particolare riferimento all’esercizio abusivo dell’attività d’impresa da parte di soggetti non titolari di partita Iva, non iscritti alla Camera di Commercio e operanti in moltissimi settori produttivi, azioni da realizzarsi sensibilizzando gli enti preposti al controllo, questo attraverso un intervento deciso della POLIZIA MUNICIPALE;
  • Riteniamo strategica la previsione di tempi certi di pagamento alle imprese per lavori e servizi resi, nella piena consapevolezza delle difficoltà di bilancio dell’ente ma con la necessità di dare prospettive certe di entrata ad artigiani e piccoli imprenditori;
  • Abbiamo a cuore la garanzia sulla sicurezza del territorio, per questo sponsorizzeremo gli incentivi promossi dalla CCIAA sulla video-sorveglianza per le imprese. Al contempo auspichiamo un sistema di video-sorveglianza attivato da comune per il controllo del territorio ed una forte richiesta di attenzione nei confronti del Prefetto.

Auspichiamo una ampia convergenza nella prospettiva di una crescita del territorio.

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )