Destinazione Frankenthal per 11 studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Archimede

Destinazione Frankenthal per 11 studenti dell’istituto d’Istruzione Superiore Archimede che venerdì 29 marzo partiranno alla volta della cittadina gemellata dal 26 ottobre scorso con il Comune di Rosolini.

476
- Pubblicità a pagamento -

Destinazione Frankenthal per 11 studenti dell’istituto d’Istruzione Superiore Archimede che venerdì 29 marzo partiranno alla volta della cittadina gemellata dal 26 ottobre scorso con il Comune di Rosolini.

Pubblicità a Pagamento

“Frankenthal: esperienza di vita” è il titolo del progetto che chiude il ciclo delle numerose e varie attività di Alternanza Scuola Lavoro che l’Archimede ha promosso e organizzato durante l’a.s. 2018/2019, rivolte agli studenti del triennio dei tre plessi, Liceo, Ipct e Itis, con ricadute fortemente positive sulla comunità scolastica tutta.

Adesso è la volta degli studenti delle classi 3C, 4C, 4D dell’indirizzo IPCT che, guidati dai docenti Davide Finocchiaro e Tina Poidimani, si divideranno in microgruppi per svolgere attività di Accoglienza, Amministrazione e Servizio Biblioteca all’Albert EINSTEIN Gymnasium. Alcuni di loro entreranno nelle classi del prestigioso Liceo di Frankenthal nelle vesti di lettori madrelingua per potenziare le abilità linguistiche dei coetanei tedeschi che apprendono a scuola la lingua italiana. Inoltre, durante la settimana, fitta di eventi, gli studenti rosolinesi avranno modo di visitare un’azienda tedesca e porte aperte anche al Comune dove ad attenderli sarà il primo cittadino, per osservare da dentro il funzionamento dell’amministrazione comunale di Frankenthal, rilevando analogie e differenze tra i modelli di due nazioni diverse ma vicine.

Il progetto intende fornire agli studenti competenze che scaturiscono da un’esperienza internazionale di vita che, oltre a coinvolgerli sotto il profilo del lavoro, lascerà loro un forte imprinting dato dalla conoscenza della cultura di un altro Paese e del vivere in famiglia. Un progetto ambizioso e poliedrico che è stato reso possibile – sottolinea la dirigente scolastica Maria Teresa Cirmena grazie alla fattiva collaborazione delle famiglie degli studenti, che hanno dimostrato di credere negli obiettivi prefissati finanziando le spese necessarie per la realizzazione dello stesso; mentre la scuola sosterrà le spese di viaggio, vitto e alloggio dei docenti accompagnatori. I ragazzi, in Germania, saranno ospiti delle famiglie: una pratica questa che permetterà loro di scoprire usi e costumi di una cultura diversa e quindi di crescere nel confronto con l’altro. A ottobre, invece, spetterà agli studenti e ai professori tedeschi raggiungere le famiglie siciliane nella nostra Rosolini, per far conoscere loro le peculiarità dei nostri luoghi, rinsaldando quelli che sicuramente si riveleranno sinceri legami di amicizia e avviando, ci auguriamo, una sinergica collaborazione con il comune gemellato“.

Non a caso, il progetto, che mira a potenziare competenze tecniche, linguistiche e di cittadinanza, trae spunto proprio dal gemellaggio che la città di Rosolini ha avviato con il comune tedesco, già sede di tanti rosolinesi di prima e seconda generazione, siglato ufficialmente il 26 ottobre scorso. A questo collegamento, infatti, hanno fatto riferimento i tutor nella ideazione e stesura dell’idea progettuale: “Il progetto – commentano i proff. Finocchiaro e Poidimani costituisce una delle esperienze più significative che gli alunni possano sperimentare per la loro formazione e risponde all’esigenza delle Direttive che l’Unione Europea ha da tempo suggerito ai Paesi Membri, in quanto espressione del riconoscimento della persona umana come membro attivo di una società in continua evoluzione e dell’esigenza che tale persona sia portatrice di competenze, acquisibili dalla esperienza scolastica e spendibili in tutto l’arco della vita. Gli alunni hanno manifestato grande interesse ed entusiasmo, anche perché il comune di Frankenthal è gemellato con quello di Rosolini e questa potrebbe essere un’occasione per creare un ponte lavorativo futuro“.

Alessandra Brafa

- Pubblicità a pagamento -