Di Rosolini: «Incatasciato con il suo “Qui Comando io” sta distruggendo un Comune»

664
- Pubblicità -

“Non capisco qual è la logica di affidare al Comando della Polizia Municipale anche il settore Ecologia che richiede competenza ed esperienza. In quel settore è uscente il geometra Giuseppe Vindigni che si stava impegnando con il Vicesindaco per dare decoro alla città. Spadola però è stato rimproverato dal Sindaco perché era troppo esposto sui mass media e stava sminuendo il ruolo del primo cittadino”.

- Pubblicità -

Non ci vede chiaro il Dott. Tino Di Rosolini che durante la conferenza stampa di ieri,in Piazza Garibaldi, ha “aperto il vaso di Pandora”. Secondo il consigliere infatti: “ il vicesindaco Giovanni Spadola è in malattia perché c’è un atteggiamento di gelosia del sindaco sulla sua notorietà e sul suo operato”.

Un operato lodevole anche per lo stesso Di Rosolini dato che il consigliere Spadola ha lavorato ininterrottamente per far fronte al problema rifiuti. In più attacca la scelta della nuova amministrazione sulla “rotazione dei responsabili di settore”.

L’idea è legale e trasparente– ha continuato Di Rosolini- per evitare incrostazioni ma si sostituisce un dirigente se non ha dimostrato di essere capace in quel settore. Questo sembra un cambio di assetto solo per poter dimostrare il “Qui comando io”– e rivolgendosi al Sindaco- Stai distruggendo settori stabili senza considerare le reali competenze dei singoli e menti sapendo di mentire perché vuoi impadronirti della macchina amministrativa”.

Di Rosolini mette alla luce del sole la delibera di giunta sulla rotazione dei capi settore per la quale proprio il Vicesindaco Spadola non ha dato consenso, prova ancora più certa del clima rovente tra il primo cittadino e il vicesindaco: “Il meccanismo della nettezza urbana stava cominciando a funzionare bene ma è stato scomposto perché dava fastidio al sindaco che ha grande gelosia di chi si muove – e conclude- Questo sindaco non è all’altezza di governare una maggioranza perché lavora con le imposizioni. Da un lato blandiva i Giovani Rosolinesi grazie ai quali è diventato sindaco e oggi con la puzza al naso tenta di gestire un braccio di ferro con il vicesindaco. A me non interessa come va a finire interessa solo che i migliori siano messi in condizioni di lavorare bene. Perché introdurre l’Ecologia all’interno di un Comando?”

 

- Pubblicità -