“Draghi…unni sè?”, Primo grido di allarme sulla gestione del PNRR (di Carmelo Blancato)

“Draghi…unni sè?”, Primo grido di allarme sulla gestione del PNRR (di Carmelo Blancato)

Foto in evidenza Roberto Monaldo / LaPresse

A cura di Carmelo BLANCATO (Economista e Revisore)

Il Dott. Carmelo Blancato

 

L’ultima chance messa in campo dall’Europa per il risveglio delle coscienze del nostro Paese potrebbe rilevarsi un boomerang se la cabina di regia presso la Ragioneria dello Stato all’interno del Ministero delle Finanze (MEF) non porrà attenzione ai primi passi in tema di audit e controllo.

La ricca terminologia messa a disposizione dalle direttive europee indica 2 termini su cui porre luce ed attenzione. Trattasi dei raggiungimenti degli obiettivi identificati in Milestone e Target, ovvero obiettivi quantitativi e qualitativi del Piano.

Andiamo per ordine ed individuiamo come nasce il PNRR.

Trasliamo pertanto la terminologia inglese in italiano:

Titolo in inglese: “Recovery and Resilience facility”

Sottotitolo:Financial support to public investments and reforms”.

Traduzione italiana: L’Europa ci aiuta a 2 condizioni.

  • Riforme e Sostegno dei pubblici investimenti, laddove il condizionamento è dettato da un obbligo di riforme per modernizzare l’Italia, in parte offrendo un enorme sostegno/contributo finanziario ed in parte in prestito.

Quali sono le riforme richieste dall’Europa?

  • Istruzione e formazione digitale, maggiore occupazione per donne e giovani, lotta alla corruzione, contrasto all’evasione, semplificazione della burocrazia, riforma della giustizia e incremento occupazionale.

I numeri:

  • Totale 723 Billions di Euro di cui 338 billions in sovvenzioni (grants) e 385 billions in prestito (loans).

Le 6 Missioni:

  1. Green Transition
  2. Digital Transformation
  3. Research and Innovation
  4. Social and territorial cohesion
  5. Health and economy
  6. Policies for Next Generation.

In buona sostanza cosa chiede l’Europa all’Italia e di cosa si preoccupa?

L’Europa chiede 6 pilastri politici e l’Italia presenta 14 obiettivi nel mese di giugno 2021 in linea ai 6 pilastri.

Di cosa si preoccupa l’Europa?

Dell’effettiva capacità dell’Italia di impiegare utilmente le risorse per dare sostegno all’Economia.

Per realizzare tutto questo la cabina di regia deve garantire il monitoraggio delle strutture di gestione, audit e controllo (in inglese framework di controllo, in italiano cruscotto di controllo)

Il primo passo è individuare 70 controllori esterni, a livello regionale, con bandi veloci – capitolo Reclutamento (Legge 113/2021).

Quanto influisce la politica per l’individuazione di tali soggetti?

Prove già espletate entro il 31/12/21, a seguito di bando pubblicato sul portale InPa per soli 7 giorni, dall’ 1 al 7 dicembre.

Legittimo? No comment! L’Urgenza è Trasparenza? Ovvero, l’urgenza è di per sé profittevole e mirata selezione?

Un proverbio dice che il buon giorno si vede dal mattino!

Ammettiamo ed illudiamoci che tutto sia stato fatto con la massima dovizia, procediamo ai prossimi passaggi ed alle competenze a livello di enti locali, augurandoci massima trasparenza per i prossimi passi.

PNC ED ENTI LOCALI – PIANO NAZIONALE COMPLEMENTARE E SETTORE ENTI LOCALI.

Qui si focalizzano due grandi problemi e cioè la capacità progettuale dell’Ente attuatore ed il cofinanziamento.

Sono 90 miliardi le risorse (il 39,4%) destinati a progetti da realizzare da parte di regioni, comuni ed enti di aria vasta. I traguardi e gli obiettivi dovranno essere realizzati entro il 31/8/2026.

ALLERT: Ogni Amministrazione titolare di interventi è responsabile dell’attività regolatoria delle procedure e delle spese relative ai progetti e deve, pertanto, adottare tutte le iniziative necessarie per prevenire e sanzionare eventuali irregolarità e utilizzi indebiti dei fondi.

I controlli interni sono attuati dalla stessa amministrazione attuatrice, i controlli esterni sono affidati alla Corte dei Conti.

Riflessione finale: necessario un risveglio delle coscienze, maturità e consapevolezza di questo ultimo treno, nel rispetto dei nostri figli!

Dott. Carmelo Blancato

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )