“È emergenza sanitaria a Ispica, 94 casi”, l’Ass. Valìa: “Necessario coinvolgere il Consiglio Comunale”

“È emergenza sanitaria a Ispica, 94 casi”, l’Ass. Valìa: “Necessario coinvolgere il Consiglio Comunale”

Nella foto in evidenza: Marco Ruffino, Presidente di Valìa – Voglia di Ispica

[adrotate banner=”10″]

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa da parte di Valìa-Voglia di Ispica. 

“Esprimiamo preoccupazione per il progressivo dilagare, nella nostra Città, dei contagi dovuti all’epidemia da Covid-19. Confrontando i dati con i comuni viciniori, a noi paragonabili anche per numero di abitanti, i dati ci dicono che qualcosa non sta andando come dovrebbe: 94 casi Ispica, contro i 72 di Pozzallo e i 35 di Rosolini. Occorre intervenire immediatamente.

Ci appare grave, inoltre, che nell’affrontare questa emergenza vi sia un grande assente: il Consiglio Comunale, organo supremo della rappresentanza cittadina. È lì che i cittadini, per tramite dei loro rappresentanti, vanno tenuti informati. In una situazione del genere, risulta necessario riportare la comunicazione istituzionale su canali ufficiali.

[adrotate banner=”20″]

Chiediamo, quindi, che nel breve termine Presidente Facente Funzioni convochi una seduta urgente della pubblica assise – da tenersi su piattaforme online, come raccomanda la normativa vigente – all’interno della quale la Giunta comunichi tempestivamente in merito a:

– modalità e tempi di smaltimento dei rifiuti prodotti da chi è in isolamento domiciliare;

– se si ha intenzione di individuare spazi tali da dedicare alla didattica a distanza. Come, ad esempio, lo spazio dell’Ex Sciabica, adatto perché pensato per implementare il co-working, o la biblioteca comunale;

– l’eventualità di chiudere con ordinanza sindacale quei luoghi che favoriscono inopportuni assembramenti;

– lo stato dell’arte dei controlli in Città.

[adrotate banner=”25”]

In modo tale da avere un quadro più ampio dell’emergenza, nella medesima seduta del Civico consesso, seguendo il dettato dell’art. 57 c. 2 del Regolamento del Consiglio Comunale, consideriamo necessario vengano audìti:

– i dirigenti scolastici delle scuole della città;

– il comandante della locale stazione dei Carabinieri;

– il Comandante dei vigili urbani;

– i medici di base della città.

Concludendo questo nostro comunicato, vogliamo invitare la maggioranza e l’opposizione a porre fine a scambi stucchevoli da campagna elettorale, i quali ci appaiono fuori luogo. Oggi come non mai c’è bisogno di unità. Auspichiamo le Istituzioni diano, finalmente, il buon esempio.

Marco Ruffino,  Presidente di Valìa – Voglia di Ispica

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )