Effetto Covid-19, in Sicilia nell’ultimo anno meno furti (-8,6%) e rapine (-33,78%)

Effetto Covid-19, in Sicilia nell’ultimo anno meno furti (-8,6%) e rapine (-33,78%)

Si traccia un consuntivo dell’andamento della delittuosità ed alla conseguente attività di contrasto svolta dai Carabinieri delle Legioni “Sicilia” e “Calabria”, alle dipendenze del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”.

[adrotate banner=”10″]

In particolare, nelle regioni Sicilia e Calabria, confrontando i dati riferiti ai periodi dal 5 giugno 2018 al 4 giugno 2019 e dal 5 giugno 2019 al 4 giugno 2020, si registra un generale calo della delittuosità, con una diminuzione del totale dei furti, passati da 71.602 a 55.290 (-8,6%), delle estorsioni da 938 a 824 (-12,15%), delle rapine da 1.430 a 947 (-33,78%) nonché dei danneggiamenti a seguito di incendio, da 1.602 a 1.522 (-4,99%), mentre, negli stessi periodi, il numero degli omicidi commessi è rimasto invariato con 43 delitti.

[adrotate banner=”20″]

Nel contesto dell’analisi dei dati sopra riportati va tenuta in considerazione l’influenza avuta dalle limitazioni individuali a seguito dell’emergenza del Covid-19. In tal senso, l’andamento della delittuosità nell’ambito delle regioni Sicilia e Calabria, nell’arco temporale interessato all’emergenza sanitaria anzidetta, raffrontato con l’analogo periodo dell’anno precedente, ha posto in evidenza un trend criminale in forte calo, in linea con l’andamento in ambito nazionale, nonché un considerevole aumento dei controlli su strada attestati ad un +8,95%.

Va segnalato, nel contesto, una diminuzione del numero degli arresti complessivi passati da 9.839 a 9.583 (-2,60%), mentre si ha un aumento delle persone denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria da 51.553 a 62.006 (+20,28%) e ciò a seguito delle numerose denunce di cittadini che hanno violato le prescrizioni governative imposte per il contenimento della pandemia.

 

fonte: carabinieri

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )