Elezioni a Rosolini, Marziano e Zappulla: «Il Pd deve lavorare per costruire una valida alternativa»

827
- Pubblicità a pagamento -

 

Pubblicità a Pagamento

«Il circolo del Pd di Rosolini deve cominciare da subito a lavorare per l’alternativa». A dichiararlo sono stati il deputato regionale Bruno Marziano, e il deputato nazionale, Pippo Zappulla, dopo la minitornata elettorale che ha confermato sindaco di Rosolini Corrado Calvo. «Il risultato delle elezioni di Rosolini – hanno dichiarato Bruno Marziano e Pippo Zappulla – è la conferma che la ripetizione parziale di qualsiasi competizione elettorale determina sempre un risultato finto, falsato. Anche in questo caso, proprio come nel caso che ha riguardato la ripetizione delle elezioni regionali lo scorso ottobre, abbiamo assistito ad elezioni farsesche: candidati che hanno fatto votare gli avversari, per far vincere chi perde e far perdere chi vince, partiti che non esistevano più, coalizioni che si sono dissolte come neve al sole e liste che prima appoggiavano un candidato e poi un altro. Rimane un dato – hanno continuato i due parlamentari – : il candidato sostenuto dal Pd ha, comunque, ottenuto un risultato migliore rispetto a quello di  due anni fa. Ciò a dimostrazione del fatto che nel frattempo nuove forze si sono aggregate nel circolo rosolinese, che oggi ha il compito importante di organizzare le fila dell’opposizione e cominciare a lavorare, sin da subito, per il ricambio e l’alternativa. Per raggiungere questo scopo è importante che, assieme ai dirigenti di consolidata esperienza, scendano in campo tutti i giovani che in questi anni hanno arricchito il patrimonio del Partito Democratico e attorno a loro si possa formare una nuova classe dirigente per aspirare a conquistare il governo della città».

- Pubblicità a pagamento -