Esonda il fiume “Tellaro”: disastro nelle campagne tra Noto e Rosolini

Esonda il fiume “Tellaro”: disastro nelle campagne tra Noto e Rosolini

Non esistono più: 200 mila metri quadri di serre-tunnel della ditta “Candiano” sono scomparse in una notte, zucchine pronte da raccogliere che sono state trascinate via dall’acqua. Un disastro senza precedenti quanto accaduto in contrada “La Piana”, “Bonfala” e “Passo di Miele”, nei pressi della strada statale 115 tra Rosolini e Noto. L’esondazione del fiume “Tellaro” sarebbe stata accentuata dalla scarsa manutenzione dell’alveo, mai ripulito dalle canne e alberi che hanno provocato una vera e propria diga. La forte pioggia di ieri notte ha fatto il resto. La massa d’acqua ha rotto gli argini ed ha invaso le campagne circostanti. Solo per la ditta “Candiano” si contano danni incalcolaboili, oltre il milione di euro.

Più a valle tante le altre ditte che “piangono” il disastro causato dall’acqua. Campi di carote della ditta “Corrado Floriddia”, agrumeti, ma anche recinzioni a delimitazione delle proprietà sono state completamente portate via dalla furia inarrestabile dell’acqua. Scene simili in Contrada “Stafenna”, “Belludia” e anche lungo la strada provinciale “Rosolini-Pachino”, in contrada “Barone”.

Gli agricoltori messi in ginocchio contano i danni e non sanno come affrontare questo ennesimo disastroso evento atmosferico. Già a fine dicembre avevano dovuto fare i conti con le “gelate” che hanno distrutto gran parte dei loro raccolti.

Adesso chiedono a gran voce una pronta risposta da chi di dovere per aiutarli a superare questo momento di forte difficoltà.

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )