Evade dai domiciliari: giovane tunisino arrestato. Intensificati i controlli

846
- Pubblicità -

Proseguono con incisività i servizi posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Noto finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio e al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Servizi che, secondo le linee guida impartite dal Comandante Provinciale Colonnello Luigi Grasso ed in ossequio alle determinazioni assunte di recente in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto Giuseppe Castaldo, sono stati ulteriormente intensificati alla luce degli ultimi avvenimenti successi nel territorio del Comune di Rosolini.

- Pubblicità -

Numerose le pattuglie impiegate giorno e notte per il controllo della circolazione stradale e soprattutto per prevenire la commissione di reati contro il patrimonio. La maggiore presenza sul territorio ha già portato a diversi risultati, quali l’arresto di Manai Bilel, tunisino classe 1989, già noto alle forze dell’Ordine per i suoi precedenti di polizia ed in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, resosi responsabile del reato di evasione. Il giovane si sarebbe infatti allontanato dalla sua abitazione senza alcuna autorizzazione, non fornendo alcuna valida giustificazione ai militari operanti.

Inoltre, nella notte appena trascorsa, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Noto, unitamente alla pattuglia della Stazione Carabinieri di Rosolini, già impiegata nel servizio di controllo del territorio, sono intervenuti in quella via Giuca a seguito della segnalazione di un violento litigio tra una coppia, al quale avrebbe preso parte anche una terza persona, amico dell’uomo, per questioni inerenti la separazione della coppia.

Questa presenza costante sul territorio, letta alla luce degli arresti effettuati nella giornata di ieri dal Reparto Operativo del Comando Provinciale di Siracusa, che ha scoperto, tra gli altri, gli autori delle tre c.d. “spaccate” avvenute nell’ultimo biennio a Rosolini, permette di aumentare il quadro di legalità e sicurezza di cui ha bisogno il Comune elorino.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Noto rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua attività info-investigativa, contattando commercianti e cittadini al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.

- Pubblicità -