Fotografia architettonica: consigli utili per fotografare in città

779
- Pubblicità -

La fotografia ha tanti campi tra i quali spaziare, ma non per forza devono essere presenti soggetti fisici o naturali; si può, infatti, utilizzare lo scenario che ci circonda in città, per cimentarci in un genere fotografico chiamato fotografia architettonica. La fotografia architettonica sfrutta le linee e le composizioni create dagli edifici, oppure da elementi compresi nella case, palazzi e strutture cittadine. Sono importantissime le regole di cui abbiamo parlato in passato nella nostra rubrica, come la regola dei terzi che deve essere seguita con maniacale accuratezza. Di seguito, vi elenco alcuni consigli utili in questo tipo di fotografia:
– Non accontentarsi: in questo genere fotografico, uno scenario non è mai l’unico; quindi, camminate e allenate l’occhio, imparando ad accorgervi delle linee che convergono in una scena particolare e create un “percorso dell’occhio”, ovvero un’immagine ricca di linee che accompagnino l’occhio nella lettura della fotografia;
– Equilibrio: come ho già detto, le regole di composizione sono importantissime per dare equilibrio alla fotografia, cosa molto importante in questo genere fotografico;
– Obiettivi: per quanto riguarda gli obiettivi, utilizzate quelli che creano meno distorsione, per evitare di falsare le linee esistenti nella scena; opta, quindi, per obiettivi che non siano grandangolari;
– Colori: un elemento molto importante in una fotografia architettonica può essere il colore; infatti, si può giocare con gli elementi cromatici e “costruire” una composizione con il solo colore;
Come abbiamo visto, sono infinite le possibilità della fotografia; quindi, perchè non rendere la città o il paese in cui viviamo un soggetto perfetto per le nostre fotografie?

- Pubblicità -

Vincenzo Alecci

- Pubblicità -