Giorno del ricordo: la Consulta Giovanile ricorda il rosolinese Vincenzo Serrentino

338
- Pubblicità a pagamento -

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa della Consulta Giovanile di Rosolini che, in occasione della commemorazione del Giorno del Ricordo, che ricorre oggi 10 febbraio, solennità nazionale istituita per non dimenticare tutte le vittime delle foibe, ha voluto conservare e ricordare la memoria dell’illustre concittadino Vincenzo Serrentino, comandante del Piave e ultimo Prefetto di Zara Italiana. Di seguito, riportiamo integralmente il testo del comunicato.

Per il Giorno del Ricordo, la Consulta Giovanile di Rosolini intende «conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

Pubblicità a Pagamento

Una tragedia che ha riguardato anche il nostro illustre concittadino Vincenzo Serrentino, ultimo Prefetto di Zara Italiana, insignito il 10 febbraio 2007, dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, di una medaglia alla memoria consegnata ai familiari.

Serrentino, infatti, recatosi a Trieste per continuare ad espletare la sua attività istituzionale di Capo della Provincia, venne ivi arrestato il 5 maggio 1945 dai partigiani titini. Fu poi deportato ed imprigionato in varie carceri della Croazia e condannato a morte per fucilazione a Sebenico (Dalmazia) il 15 maggio 1947.

È necessario rinnovare la memoria storica affinché noi giovani possiamo combattere ogni forma di violenza ed odio raziale.

- Pubblicità a pagamento -