Grande partecipazione di ciclisti rosolinesi alla “Nove colli” di Cesenatico

363
- Pubblicità a pagamento -

48 anni fa partì la prima edizione de “La Nove Colli”, la più antica e ambita gara di Gran fondo di ciclismo d’Europa in cui solo 17 temerari si sfidarono tra gli scenari dei colli bolognesi. Quest’anno, a partecipare, anche i nostri temerari dell’ASD Ciclo Club Rosolini, Guglielmo Catanese, Zocco Salvatore, Giorgio Petrolo, Giuseppe Loreto, Marcello Ruta e Giovanni Cicero, dell’ASD Team Bike Rosolini, Santo Giummarra e Giuseppe Cicero, dell’ASD Free Bike Rosolini con Federico Spatola e la ASD di Salvatore Rametta Noto con Giacomo Alfano .

“Appena arrivati a Cesenatico – hanno affermato i partecipanti- abbiamo subito respirato un’aria di festa grazie ai 12.000 partecipanti che già da parecchi giorni prima affollano la ridente città natale di Marco Pantani”.

Emozionante la gara che si è snodata lungo un percorso di 200 km con quasi 4000 mt di dislivello ma ancora più emozionante per i nostri ciclisti è stata la visita alla tomba di Pantani. “Impressionate il rispettoso silenzio – raccontano– in un luogo in cui, tuttavia, si recano ogni giorno migliaia di ciclisti per rendere omaggio al Campione”.

Proprio i nostri temerari, che hanno il ciclismo nel cuore, hanno concluso: “Il ciclismo è e sarà sempre uno sport bistrattato e criticato da molti a causa dei vari casi di doping di cui spesso è oggetto ma rimane uno dei pochi sport in cui atleti di diverse squadre possono organizzare e pianificare una trasferta di 4 giorni viaggiando con lo stesso mezzo e alloggiando nelle stesse camere”.

- Pubblicità -