Il grido del Santa Alessandra: “Il futuro non si brucia”, un albero per dire “no” agli incendi

1664
- Pubblicità a pagamento -

Pubblicità a Pagamento

 

“Il futuro non si brucia”. Stamattina bella e significativa iniziativa quella promossa dal 2° Istituto Comprensivo Santa Alessandra che ha piantumato un albero di ulivo (donato dalla ditta “Vivai Giannuso”) all’interno del parco Giovanni Paolo II, area curata e tenuta magnificamente pulita dall’associazione “Città Verde” di cui è presidente Giorgio Zocco.

Il messaggio lanciato ai piccoli alunni è stato importante: ogni anno vanno in fumo centinaia di migliaia di ettari di boschi, e la piantumazione dell’albero è stato un inno alla vita e al rispetto per l’ambiente.

La manifestazione ha visto la presenza del dirigente scolastico Giovanni Di Mari, della vice sindaco Cinzia Giallongo, dell’agronomo Giovanni Minardo, delle maestre, tra cui la referente del progetto Rosa Vindigni, e di alcuni genitori che hanno voluto assistere alla cerimonia.

La giornata dal pollice verde è continuata nel plesso scolastico Santa Alessandra dove i genitori hanno preparato prodotti tipici basandosi sui gusti dell’albero di mandorlo, arancio e limone.

“Vogliamo inculcare il rispetto per la natura per i cittadini di domani –spiega la referente Rosa Vindigni-. Giornate come questa sono importanti al pari di lezioni di storia, italiano e matematica perché senza il rispetto per la natura non si crea la corretta educazione di convivenza civile”.

- Pubblicità a pagamento -