Il programma amministrativo del candidato sindaco Pinello Gennaro

563
Pinello Gennaro dal palco di piazza Garibaldi
- Pubblicità a pagamento -

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO – Nel corso della consiliatura il sottoscritto candidato a Sindaco e le liste collegate che compongono la propria coalizione: · Etica – Idee in Movimento; · Pinello Gennaro Sindaco – La Rivoluzione della Competenza; · Lista Cambiamo Rosolini; si impegnano a concretizzare l’azione amministrativa attraverso la realizzazione dei seguenti punti programmatici.

Pubblicità a Pagamento

LEGALITA’ E SICUREZZA

Combattere ogni forma di illegalità e corruzione all’interno ed all’esterno della pubblica amministrazione, dando applicazione concreta alla legge n. 190 del 2012 recante disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione, in attuazione delle Convenzioni internazionali contro la corruzione.

Garantire il perseguimento dei principi costituzionali di imparzialità e buon andamento della Pubblica amministrazione di cui all’art. 97 della Costituzione , favorendo la massima partecipazione all’azione amministrativa di tutti i cittadini così come previsto dalla L. 241/90 come recepita in Sicilia dalla L.R. 10/91 e successive modifiche ed integrazioni.

Ripristinare la sicurezza in città e’ uno dei nostri primi obiettivi, per questo proponiamo l’immediata istituzione del vigile di quartiere, il potenziamento del servizio di video sorveglianza, sia pubblico che privato. Occorre promuovere ogni iniziativa di educazione alla legalità e di contrasto al crimine, collaborando con l’associazione antirachet per incentivare il coraggio della denuncia, quale dovere civico e di collaborazione con le forze di polizia e con l’Autorita’ Giudiziaria. Infine, fermo restando che l’accoglienza e’ un valore civile condiviso , la vera integrazione passa attraverso il rispetto delle nostre tradizioni culturali e sociali e delle nostre regole di convivenza.

Un discorso diverso invece va fatto con chi fa affari con i centri di accoglienza traendone utili di impresa. Si è finito il tempo dei protocolli di intesa, occorre riconoscere il dovere di contribuire alle spese dei servizi comunali, che gravano oggi solo sui cittadini, anche attraverso una tassa di soggiorno che le dette società devono corrispondere in favore del Comune ospitante.

RISANAMENTO E RIEQULIBRIO DEI CONTI PUBBLICI

Dare concreta attuazione al piano di riequilibrio pluriennale adottato dal Consiglio Comunale, rispettando i criteri di contenimento della spesa pubblica e riformare e potenziare il servizio delle Entrate Comunali, al fine di renderlo efficiente nell’interesse perequativo di tutti i contribuenti. Ridurre l’anticipazione di cassa anche attraverso l’attingimento al fondo di rotazione, onde sopperire alla crisi di liquidità per pagare puntualmente stipendi e fornitori .

Procedere ad una formazione continua del personale ed a una revisione dei carichi di lavoro dei dipendenti comunali per ottimizzarne la produttività e valorizzarne l’apporto lavorativo, con conseguente efficientamento dell’azione amministrativa e contenimento della spesa relativa alla gestione esterna di servizi che possono essere internalizzati.

Ridurre i costi energetici attraverso il ricorso alle fonti alternative e rinnovabili nonché al completamento dell’intervento di modernizzazione dell’illuminazione pubblica facendo sempre più ricorso al fotovoltaico.

Bloccare il ricorso ad ulteriori mutui ed intercettare finanziamenti Regionali, Nazionali ed Europei per la realizzazione di opere pubbliche, accedendo al fondo di rotazione per la progettazione, il cui costo non deve gravare sulle tasche dei cittadini.

URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI

Dare immediata attuazione alla L.R. 13/2015 relativa al recupero del patrimonio edilizio del Centro storico bloccato da anni, con classificazione di tutti gli edifici nelle relative tipologie onde consentirne un riuso nei limiti stabiliti dalla predetta legge anche con nuove destinazioni urbanistiche compatibili ai sensi dell’art. 5 .

Procedere alla revisione del PRG, limitando il consumo di territorio e contrastando la speculazione edilizia. Procedere anche alla revisione delle NTA del PRG al fine di adeguarle alle normative sopravvenute ed istituire lo Sportello Unico per l’edilizia di cui al T.U. 380/2001 con relativa digitalizzazione dei servizi.

Disegnare spazi verdi dove i nostri figli possano giocare e fare sport anche utilizzando le aree attrezzate già esistenti che presentano tale vocazione.

Valorizzare il nostro patrimonio paesaggistico ed archeologico al fine di promuovere il turismo, dando opportunità di sviluppo agli operatori economici.

Riprogrammare le opere pubbliche effettivamente utili dando priorità al completamento delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria dei quartieri periferici dove mancano strade, illuminazioni e servizi fondamentali.

Valorizzare le frazioni rurali e le periferie urbane, garantendo servizi essenziali, adeguati e decorosi.

Abbattere le barriere architettoniche che impediscono ai diversamente abili di vivere liberamente la città.

Procedere prioritariamente alla ricognizione dello stato di manutenzione di tutte le scuole e calendarizzare un piano di interventi di manutenzione con un cronoprogramma consultabile online. A tale scopo verrà creata una squadra di pronto intervento per le piccole manutenzioni, aperta al contributo volontario di tutti i cittadini.

NETTEZZA URBANA ED ECOLOGIA

Riprogrammare il servizio di raccolta e conferimento dei rifiuti al fine di abbattere il costo della TARSU, anche attraverso una revisione dei termini contrattuali in essere per la gestione del servizio.

Potenziare il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti con lo scopo di diminuire la quantità di rifiuti conferiti in discarica, consentendo di ottenere delle entrate dalla riutilizzazione dei materiali differenziati. Incentivare i cittadini a differenziare anche attraverso sistemi premiali, volti a consentire una riduzione della relativa tassa per quei cittadini che, conferendo del Centro Comunale di raccolta differenziata, aiutano il Comune ad avere proventi dal riciclo dei rifiuti differenziati;

Tutelare l’ambiente e la pulizia urbana attraverso la creazione di centri di raccolta dei rifiuti ingombranti e degli oli esausti .

Avviare un duro contrasto alle discariche abusive, con una loro mappatura e l’installazione di telecamere di sorveglianza. Insieme all’associazionismo ambientalista lanciare le feste del riciclo e del riuso ed una grande campagna di comunicazione e formazione per il rispetto dell’ambiente e per il potenziamento della raccolta differenziata.

AMBITO POLITICHE SOCIALI (Assistenza Economica)

Aiuto alle famiglie, operatori economici, misure Anti-Crisi dando attuazione alla legge 3/2012 meglio nota come legge antisuicidi.

La grave crisi economica-finanziaria ha determinato, tra i piccoli imprenditori e nelle famiglie, una perdurante situazione di squilibrio finanziario da sovra indebitamento, con il rischio concreto di minare nelle fondamenta la coesione sociale della comunità.

Occorre prevedere misure d’intervento anti-crisi adeguate a favore delle famiglie mediante la costituzione di un organismo di composizione della crisi, ai sensi e per gli effetti della Legge n. 3/2012, art. 15, comma 4, previa adozione del Regolamento attuativo mediante delibera di approvazione del Consiglio Comunale.

L’ emergenza più grande è quella di contrastare le nuove povertà. Nessuno deve sentirsi abbandonato. Un primo passo sarà l’istituzione del baratto amministrativo. Si tratta di uno strumento semplice ma efficace per venire incontro ai rosolinesi in difficoltà e che non sono in grado di pagare i tributi locali.

Il baratto amministrativo offre la possibilità ai cittadini di potersi mettere a disposizione del Comune per eseguire lavori socialmente utili e corrispondendo la propria opera al posto di una quota del pagamento dei tributi locali. Quindi chi si trovano in particolari condizioni economiche potrà svolgere degli interventi di pubblica utilità come la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade oppure interventi riguardanti il decoro urbano.

OCCUPAZIONE E POLITICHE GIOVANILI

Accelerare di concerto con gli altri comuni interessati, la creazione di un ufficio informa – giovani distrettuale, prevedendo uno sportello nel Comune di Rosolini atto a:

– promuovere l’auto imprenditorialità, fornendo anche assistenza nella fase di start- up delle imprese;

– fornire sostegno a chi cerca occupazione, dando assistenza nella compilazione del curriculum vitae o di formulari utili alla candidatura occupazionale;

– promuovere il lavoro autonomo sia con incontri di gruppo, che “one to one” con esperti del settore.

Reintrodurre nello statuto della consulta per le politiche giovanili dell’articolo che riconosce la facoltà di esprimere pareri obbligatori non vincolanti in materie di politiche giovanili.

Programmare incontri e momenti di condivisione con gli studenti delle scuole di Rosolini per far conoscere i lavori delle commissioni con il funzionamento della macchina amministrativa (giunta, consiglio comunale, uffici).

SERVIZI ALLE FAMIGLIE ED ATTIVITA’ CULTURALI E SPORTIVE

Gestire la mensa scolastica in maniera diretta o attraverso forme di compartecipazione privata, con notevole riduzione dei costi, con acquisto dei prodotti a km 0 con un aumento della qualità del servizio che dovrà essere garantito durante tutto l’intero anno scolastico (da settembre a giugno).

Incentivare la realizzazione di progetti da includere nel PTOF (piano triennale offerta formativa) degli istituti comprensivi che coinvolgano famiglie ed alunni per una crescita culturale e sociale della città prevedendo in bilancio l’istituzione di separati capitoli di spesa che consentano una programmazione delle attività socio culturali legati alla tradizione e alla valorizzazione del territorio, da realizzare nel corso dell’anno in modo permanente.

Istituzione della “settimana della cultura” come momento di valorizzazione della lettura, del libro e di tutte le espressioni artistiche;

Istituzione di un evento permanente per la gratificazione e consegna pubblica del diploma a tutti gli studenti meritevoli che hanno conseguito il massimo dei voti, come riconoscimento dell’eccellenze.

Rispetto delle norme fondamentali che riguardano l’iter di interventi previsti dal comune, programmando la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture scolastiche e rispetto delle norme di sicurezza previste per le strutture scolastiche.

Riattivare il rapporto con le società sportive esistenti al fine di promuovere, anche attraverso polisportive, la pratica dello sport incentivando le manifestazioni sportive amatoriali nei diversi ambiti, da quello calcistico a quella ciclistico e podistico.

SOLIDARIETA’ E SERVIZI SOCIALI

Attivare un sistema locale dei servizi a rete, finalizzato allo sviluppo delle forme di auto-aiuto di reciprocità e della solidarietà organizzata, con il coinvolgimento di tutte le realtà di volontariato e del privato sociale del nostro territorio.

Attivare la reale integrazione socio-sanitaria con piani assistenziali individualizzati per i malati di alzheimer e i malati oncologici in fase terminale.

Attivazione del progetto “dopo di noi”;

Attivare interventi per la piena integrazione delle persone con disabilità fisica-psichica e sensoriale nell’ambito della vita familiare e sociale, predisponendo, progetti individualizzati in attuazione alla legge 104/92;

Avviare interventi per favorire la permanenza dei minori nel nucleo familiare di origine con l’attivazione del servizio di educativa domiciliare e di sostegno al reddito.

Attivare l’aiuto economico immediato alle donne con figli minori per situazioni di emergenza determinata da separazione o malattia del coniuge.

Istituire un sistema informativo dei servizi pubblici e privati per assicurare una compiuta conoscenza dei bisogni sociali, del sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali, per disporre tempestivamente di dati e informazioni necessari alla programmazione e alla valutazione delle politiche sociali, strumento essenziale per la partecipazione ai bandi Regionali, Nazionali ed Europei per reperire i relativi fondi.

Adottare la carta dei servizi sociali in cui siano definiti i criteri per l’accesso ai servizi e le procedure per assicurare la trasparenza e la tutela dei cittadini.

Avviare progetti di pubblica utilità, come la cura del verde pubblico, il servizio di vigilanza nei parchi giochi, assistenza al traffico, piccoli lavori di manutenzione ordinaria, coinvolgendo gli anziani con reddito minimo da utilizzare quali ammortizzatori sociali per aiutare le famiglie più bisognose.

Istituzione del servizio sociale professionale per tutti gli adempimenti necessari e relativo patto di cura previsto dal REI (reddito di inclusione) per le fasce di povertà.

Attivazione sportello ascolto donna con i centri antiviolenza;

Presenza attiva e costante di n. 2 tecnici-amministrativi al centro distrettuale di cittadinanza presso il comune capofila del distretto 46 per implementazione alla progettazione dei servizi alla persona compreso PAC (piano di azione e coesione) anziani per i servizi domiciliari e PAC minori per la immediata riapertura dell’asilo nido.

Realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi legge 328/2000 e immediata realizzazione delle otto azioni del piano di zona 2013-2015 del distretto 46 con l’attivazione del centro diurno per disabili, aiuto alle famiglie (FAMILY HELP) pluriproblematiche.

ARTIGIANATO, AGRICOLTURA, COMMERCIO E TURISMO

Incentivare lo sviluppo economico della nostra città fornendo servizi adeguati ai bisogni delle nostre imprese, che devono essere aiutate a crescere e non ostacolate nelle loro scelte imprenditoriali.

Promuovere l’Artigianato locale e l’insediamento nel centro storico delle botteghe artigianali.

Ridisegnare una rete Commerciale corrispondente all’esigenze del territorio attraverso una immediata revisione del PUC (Piano urbanistico Commerciale).

Potenziare il mercato Agricolo per intercettare la domanda dei mercati nazionali ed internazionali per i nostri ottimi prodotti agricoli e fornire servizi di rete che favoriscano la cooperazione tra le aziende agricole del territorio. Incentivare il settore delle cooperative agricole al fine della loro collaborazione. L’obiettivo sarà quello di ripartire da un tessuto produttivo e imprenditoriale coeso senza più divisioni tra produttori e commissionari. Chiederemo alla Regione l’apertura di una sede del centro repressione frodi per una vigilanza costante sui prodotti che vengono introdotti dall’estero e commercializzati nella nostra filiera.

Promuovere lo sviluppo Turistico favorendo l’incremento di attività ricettive e ricreative, volte a sfruttare la centralità nel comprensorio territoriale della Val di Noto e la valorizzazione del nostro patrimonio archeologico, paesaggistico e rupestre, anche attraverso la promozione di agriturismi e percorsi enogastronomici, nonché delle c.d. città albergo diffuso.

La rivalutazione turistica della nostra città e del suo territorio può e deve essere una opportunità di sviluppo economico e va incentivata con la creazione di una proloco altamente efficiente, stimolando anche dei percorsi turistici atti a valorizzare le caratteristiche del nostro patrimonio ambientale e rupestre, le nostre tradizioni enogastronomiche. Per fare ciò ripartiremo dalle “3 C” di Rosolini: Carrubo, Cavolo Vecchio e le Cave bianche della nostra città.

Per intercettare tale domanda dobbiamo puntare sull’accoglienza attraverso la realizzazione almeno 1.000 posti letto in città sia attraverso l’incentivazione di B&B e strutture agrituristiche, che attraverso la formula dell’albergo diffuso. I nostri ospiti devono sentirsi ben accolti e coccolati da una città ospitale che, anche attraverso servizi di trasporto, faccia conoscere tutte le bellezze del comprensorio. Il calendario degli eventi estivi darà spazio alle eccellenze e ai talenti locali con l’organizzazione itinerante di molteplici eventi. La stagione estiva partirà a giugno per concludersi almeno a settembre, con l’attuazione di una vera destagionalizzazione. Eliminare eventi o festività inutili e dispendiose per dare maggior spazio alle feste tipiche del folklore rosolinese, consolidando ancor di più gli eventi di grande successo come la sagra dell’arancino e tutte le feste religiose di Rosolini.

- Pubblicità a pagamento -