Il Vescovo Staglianò in visita alla Bioagricola F.lli Solarino

1840
- Pubblicità -

Giornata di giubilo e fede quella vissuta sabato 25 febbraio presso l’azienda agrumicola Bioagricola F.lli Solarino, in C.da Pontevecchio tra Noto e Rosolini, con la visita di sua Eccellenza Monsignor Antonio Staglianò, Vescovo della Diocesi di Noto.

- Pubblicità -

Ad attendere Sua Eccellenza, accompagnato dal Segretario Particolare Don Andrea Pitrolo, il caloroso e sincero abbraccio del gruppo di una trentina di persone riunite dal “Padre Spirituale” dell’azienda biologica, il Cav. Vincenzo Solarino. Tre generazioni di lavoratori e fedeli che da ormai più di un secolo portano alto il nome del Sud Est Siciliano nei maggior mercati europei. A fianco di Vincenzo Solarino il fratello Luigi accompagnato dalla famiglia e i figli Giuseppe e Monica, deus ex machina e instancabili operatori dell’attuale gestione. Presente anche la quinta ed ultima generazione della Fam. Solarino con la piccola Emma e le nuove leve Giacinto e Vincenzino, futuro di questa generosa terra.

17016276_10212364293245905_2015793500_o

Fra i presenti anche due componenti del Consiglio di Amministrazione dell’O.P. Agrologica, cui aderisci la Bioagricola F.lli Solarino, i ragionieri Franco D’Angelo e Vito Cascone, arrivati da Chiaramonte Gulfi per l’occasione; il dott. Michele Giglio in rappresentanza dell’Ispettorato Agrario della provincia di Siracusa, e il Dirigente del Servizio Sanitario di Rosolini, il dott. Corrado Gugliotta.

Toccanti e cariche di significato le parole di Sue Eccellenza Staglianò sulla valenza del lavoro, oggetto di fatica ma allo stesso tempo riscatto morale e di benessere sociale per molti. Citando le parole di Vincenzo Solarino “non esistono operai ma collaboratori, essi sono le nostre braccia” ha poi sottolineato l’importanza nel seguire l’esempio virtuoso dell’azienda, fondamentale per il progresso di un’etica del lavoro all’insegna della qualità  soprattutto nel rapporto umano tra le parti.

17035868_10212364294725942_612021168_o

Dopo i saluti iniziali di Monica Solarino e un breve e sentito intervento di Luigi Solarino, le parole del Dott. Michele Giglio hanno anticipato la preghiera nello spiazzale antistante in magazzino di lavorazione e la solenne benedizione di Sua Eccellenza.

I giardini della Bioagricola in piena produzione hanno fatto da splendida cornice a questo momento di così alto valore spirituale e simbolico. Il Vescovo ha poi osservato nel suo svolgersi tutto il processo di lavorazione puntualmente illustrato ai presenti da Giuseppe Solarino: dall’arrivo delle arance dopo la raccolta sul campo, al sistema di lavaggio e calibrazione fino al completamento con il confezionamento e la formazione dei pallet pronti per la spedizione. A concludere la visita un rinfresco con succo di arance fresche e dolcetti a base di agrumi biologici.

Alessandra Brafa

- Pubblicità -