In occasione del “Biciclettiamo Avis” inaugurata la “Via dei Donatori di Sangue Avis”

140
- Pubblicità a pagamento -

Domenica 3 giugno, in occasione del “Biciclettiamo Avis” il Comune di Rosolini ha omaggiato un gran numero cittadini, dedicando loro una via. Nessun nome e nessun personaggio specifico questa volta, ma una moltitudine di persone che compiono un gesto semplice ma nobile: donare il sangue. “La via dei Donatori di Sangue Avis” è nata nell’area antistante alla stessa sede e la sua intitolazione è stata fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale che si è spesa totalmente per poter realizzare questo progetto. Perché l’Avis nel nostro territorio è una realtà eccezionale, solida e attiva, grazie al suo presidente, Marinella Errante, e grazie ai numerosissimi donatori rosolinesi. Presenti alla cerimonia il sindaco Corrado Calvo, il vicesindaco Aurora Cataudella che ha definito “dovuto” l’atto di intitolazione, il comandante del corpo dei Vigili Urbani Orazio Agosta e il dott. Pietro Azzaro, Direttore medico responsabile Avis Rosolini.

Pubblicità a Pagamento

“Sono veramente felice – ha dichiarato Marinella Errante- perché da qualche anno sollecitavo l’intitolazione di questa via ai donatori di sangue e finalmente questo traguardo importante è stato raggiunto. Ringrazio i donatori della mia Avis che aiutano vite umane e offrono un forte contributo alla città e ringrazio l’amministrazione comunale per questo dono”.

Alla cerimonia presenti inoltre le rappresentanze di Avis Palazzolo, Pachino, Avola e Canicattì e i presidenti  Avis nazionali e regionali tra cui l’Avv. Domenico Alfonso, vicepresidente nazionale, Dario Genovese ,consigliere nazionale ,   Paolo Formica, presidente provinciale , Salvatore Mandarà, presidente regionale e il dott. Edoardo Travali responsabile dell’U.O.C Medicina Trasfusionale di Avola che ha addirittura definito l’Avis Rosolini come “unità capofila della nostra provincia che ha dato e continua a dare un forte contributo”.

“Questa è un’intitolazione originale – ha affermato il vicepresidente nazionale Avis- perché in questa targa non ci sono i nomi delle migliaia di persone che nel tempo hanno donato sangue e che hanno permesso ai malati del nostro territorio di avere le cure necessarie ma in questo modo è stato possibile ringraziare tutti rinnovando sempre l’invito alla donazione. Una strada ai donatori credo sia il più bel riconoscimento che un’amministrazione possa dare ai suoi cittadini”.

L’intitolazione è stata accolta con grande entusiasmo e successo, lo stesso successo che anche quest’anno ha caratterizzato l’evento “Biciclettiamo Avis” a cui hanno partecipato più di 500 bambini e per cui Marinella Errante si ritiene davvero soddisfatta. Il presidente, entusiasta, si è abbandonata a molteplici e dovuti ringraziamenti: “Non posso non ringraziare la Banda Musicale Vicenzo Bellini, l’istituto Comprensivo S. Alessandra, Gaetano Poidomani (Agenzia Sacro Cuore), la Parrocchia del SS.Crocifisso, il Comandante Orazio Agosta e in particolare il vigile Nello Cicciarella che, in maniera eccellente, da oltre 20 anni si impegna per la “Biciclettiamo Avis”.

Conclude, infine, rinnovando l’invito alla donazione affinché la già straordinaria realtà dell’Avis, a Rosolini, possa crescere ancora e sempre.

- Pubblicità a pagamento -