Incidente sulla “Modica-Rosolini”, venerdì pomeriggio l’autopsia sul corpo del giovane Salvatore Papaleo

Incidente sulla “Modica-Rosolini”, venerdì pomeriggio l’autopsia sul corpo del giovane Salvatore Papaleo

[adrotate banner= “10”]

Si trova ancora sotto sequestro, all’obitorio dell’Ospedale “Maggiore” di Modica, la salma del giovane Salvatore Papaleo, il 18enne rimasto vittima sabato sera di un tragico incidente stradale sulla “Modica-Rosolini”.

Sarà il medico legale Maria Tea Teodoro ad effettuare l’esame autoptico programmato per venerdì pomeriggio 4 giugno. Oltre ad accertare le cause della morte, da prassi, l’autopsia chiarirà anche altri aspetti, tra cui il tasso alcolemico. Ma per chi conosceva Salvatore, non c’è bisogno di conferme: “Salvatore era un ragazzo tutto acqua e coca cola -dicono i parenti-. Buono, gentile, un ragazzo d’oro, come pochi. Purtroppo un tragico destino l’ha strappato via troppo presto all’effetto dei propri cari e degli amici. Siamo distrutti dal dolore”.

[adrotate banner= “20”]

18 anni, patente di guida conseguita da poco più di una settimana, Salvatore era studente dell’Ipsia “Curcio” di Ispica. Aveva acquistato una moto da qualche mese, moto che non aveva però mai usato se non prima di acquisire la patente di guida. Quella sera aveva deciso di fare un giro con l’auto del nonno, una Peugeot 206. Imboccata via Santa Alessandra, nei pressi dell’incrocio di contrada Masicugno, al chilometro 2, il tragico impatto. Da una ricostruzione sommaria l’auto di Salvatore, nel percorrere un tratto in curva, avrebbe impattato lateralmente con un’altra auto, una Hyundai Tucson, con a bordo 5 persone tra cui una bimba di 2 anni. Avrebbe perso il controllo del mezzo impattando ancora violentemente dal lato opposto con una Ford Focus con a bordo una coppia di Modica.

[adrotate banner= “25”]

I soccorsi sono stati immediati e sono stati gli stessi medici e infermieri del “118” ad estrarre dalle lamiere Salvatore in fin di vita prima della disperata corsa al vicino Ospedale di Modica. Una corsa risultata, purtroppo, senza speranza di poterlo strappare alla morte.

Bisognerà adesso attendere l’autopsia di venerdì, per riportare Salvatore a Rosolini e programmare i funerali.

Alla famiglia del giovane rinnoviamo le sentite condoglianze da parte di tutta la redazione del Corriere Elorino.

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )