Incubo maltempo. Le bombe d’acqua mettono in ginocchio Rosolini

3036
- Pubblicità -

soccorso stradale macchinaLa tanto temuta e annunciata fase di maltempo alla fine è arrivata, imperversando implacabile da ieri su tutta la Sicilia. Le bombe d’acqua provocate dal “Ciclone Mediterraneo”, originatosi in seguito all’arrivo sul Nord Africa di correnti di aria fresca provenienti dal nord Europa, non risparmiano nemmeno Rosolini. Le piogge torrenziali di oggi pomeriggio hanno messo ancora una volta in ginocchio la città, causando ingenti danni per allagamento in diverse zone. I maggiori disagi si sono registrati soprattutto alla fine di via Gonzaga, nelle vie Maddalena, Latino e Due Palme dove molte abitazioni sono state invase dall’acqua. Momenti di paura anche per lo spostamento di due automobili parcheggiate in via Latino, finite in via Maddalena contro una transenna, a causa dell’allagamento eccessivo delle strade cittadine.  Numerose le chiamate al Comune, alla polizia municipale, ai vigili del fuoco e alla Protezione Civile, che a fatica hanno cercato di venire incontro alle esigenze dei cittadini colpiti dal maltempo.

- Pubblicità -

«Abbiamo chiamato immediatamente i vigili del fuoco, più e più volte, ma la linea risultava occupata -ha spiegato Luigi Boscarino, proprietario della casa allagata in via Maddalena-, poi siamo riusciti in qualche modo a contattare la polizia municipale e a condurli sul posto per effettuare quantomeno un sopralluogo. Alla domanda “a chi possiamo rivolgerci quando si verificano tali problemi”, i vigili urbani non hanno saputo darci nessuna delucidazione in merito. Mi chiedo, dunque, cosa bisogna fare e a chi bisogna rivolgersi in caso di necessità? Le istituzioni ci sembrano totalmente assenti.”

«Stiamo già avviando la seconda richiesta alla Regione e al Ministero per i danni ingenti provocati dalla forte pioggia a Rosolini, ed un conseguente intervento risarcitorio -ha dichiarato il sindaco Corrado Calvo nel corso di alcuni sopralluoghi effettuati nelle abitazioni maggiormente colpite dal maltempo-. Con i funzionari dell’ufficio tecnico della protezione civile stiamo valutando quanto accaduto, al fine di avviare una relazione quanto più dettagliata possibile . La nostra città non ha mai avuto sostanziali interventi di mitigazione di rischio idrogeologico e ci sono alcune zone della città come via Manzoni, via Bellini, via Rimembranza che necessitano di interventi simili a quelli effettuati in via Gonzaga, in via Cavaliere Marina, in contrada Incallebba».

Giuseppe Gallato

- Pubblicità -