La corsa play off della CorAnt Basket si chiude in semifinale

93
- Pubblicità a pagamento -
Finisce la corsa nei playoff per i giovani “Spartani” under 13 della CorAnt Basket che si devono arrendere in semifinale nel Campionato Regionale Open AICS contro la forte formazione del Basket Lentini.
Venerdì 17 Maggio tra le mura amiche della palestra “la Pira”, la CorAnt Under 13 esce a testa alta nonostante la sconfitta di soli 6 punti per 52 a 58 contro il basket Lentini, formazione nettamente superiore dal punta di vista fisico che fa della difesa a zona il punto forte. Partita improntata dai Rosolinesi sin dal primo minuto su una difesa con pressione a tutto campo che mette in difficoltà gli avversari, ma che ha un rovescio della medaglia negativo in attacco per i troppi errori sotto canestro. Il primo parziale si chiude in perfetta parità a quota 14; il secondo quarto, complice i troppi rimbalzi concessi agli ospiti, si conclude con la CorAnt sotto di soli 6 punti, ma sempre in partita. La svolta in favore degli ospiti si ha nel terzo tempo, quando un iniziale calo fisico, seguito da uno psicologico dei giovani Rosolinesi, li fanno precipitare sotto di 16 punti.
Nonostante Coach Mura provi più volte a catechizzare i suoi cercando di spingerli alla rimonta, chiedendo un ultimo sforzo in difesa, l’esito non cambia, gli avversari non riescono per molti minuti a superare la metacampo, ma gli Spartani non trovano la via del canestro sbagliando innumerevoli conclusioni. A poco meno di un minuto dalla fine, quando la partita sembra ormai finita, Coach Mura chiama a raccolta i suoi, che rispondono con una rimonta impressionante, e a soli 5 secondi dalla fine porta la CorAnt a soli 4 punti di distanza. Ma ormai le energie e il tempo sono finiti e la partita si conclude con gli avversari che festeggiano l’accesso alle finali, applauditi da tutto il pubblico e da tutti i ragazzi della CorAnt Basket.
A fine gara coach Mura commenta così l’incontro: “Sono anni che non provavo un’emozione così in panchina, è stata una bellissima partita giocata fino all’ultimo secondo da entrambe le formazioni, con una difesa a tratti spettacolare dei miei; chiunque è entrato in campo ha dato il massimo chiudendo tutti gli spazi agli avversari e lottando su ogni pallone; purtroppo la loro maggiore fisicità ha fatto la differenza a rimbalzo e soprattutto nelle conclusioni sotto canestro. C’è da lavorare tanto ancora sull’attacco che a tratti era troppo confusionario e statico, ma i presupposti per fare bene in futuro ci sono. Del resto nessuno a inizio anno avrebbe scommesso che saremmo arrivati in semifinale con una squadra composta dalla quasi totalità di atleti un anno più piccoli. Voglio ringraziare tutti i componenti del mio roster che per tutto l’anno hanno dato anima e corpo: Salonia G, Micieli S, Tricomi P, Zocco A, Garaffa F, Massa T, Trombadore W, Maniscalco M, Cascetto S, Gelone S, La Terra E, Caccamo G, Failla G, Petrolo D, Caracoglia C, Rizza S, Gennuso G. Infine ringraziamo tutti quei tifosi che con grande sportività e allegria, ci vengono a supportare sia in casa che in trasferta…grazie di cuore siete il nostro valore aggiunto”.
- Pubblicità a pagamento -