La Giovane Arte e il 100 Once insieme per la valorizzazione di Piazza Masaniello

318
- Pubblicità a pagamento -

Si chiama Soul Five l’ultimo evento targato La Giovane Arte. Tenutosi domenica sera in piazza Masaniello, la manifestazione musicale che ha visto esibirsi artisti straordinari del genere, ha visto la collaborazione del 100Once Putìa Sicula.

Lo staff: da sinistra Antonino Calvo 100Once, Paola Gambuzza 100Once, il presidente de La Giovane Arte Domenico Monaca e Gianluigi Pitrolo
Pubblicità a Pagamento

“L’unione fa la forza” affermano a gran voce gli organizzatori che da circa due anni hanno stretto una sorta di sodalizio con il 100Once, interamente proiettato alla valorizzazione della piazza e nevitabilmente della cultura in generale. Come una vera e propria famiglia hanno affrontanto un percorso di crescita che li ha portati a grandi traguardi, come quello di domenica sera: una mole ingente di persone interessate e piacevolmente coinvolte dalla musica e dal suggestivo scenario su cui si affaccia l’imponente retro della Chesa Madre e la bellissima Fontana dei Tritoni apprezzata e ammirata da cittadini e forestieri. Una serata dunque magica, che ha ottenuto il successo sperato e ripagato le fatiche e le aspettative del team ideatore e realizzatore della kermesse.

Ringraziamo in particolar modo e immancabilmente il 100Once per la collaborazione che si protrae da due anni che ci ha permesso di valorizzare piazza Masaniello – ha precisato il presidente Domenico Monaca – . Un’intesa che ci ha visti protagonisti di grandi successi e affini per ideali e modi di agire: il modo imprenditoriale con cui cercano di fare rete con le associazioni, con le imprese e con il collettivo per il bene della città, è la loro arma vincente. Infine – ha concluso – , si ringrazia per il contributo attivo nell’organizzazione dell’evento, il Consigliere Luigi Calvo che si è speso ai fini realizzativi. Approfittiamo della parentesi per ringraziare il consigliere Saro Modica per le belle parole spese nei nostri confronti sul palco della Sagra dell’Aracino durante il live di Anna Tatangelo, e la band di questa sera per aver accolto il nostro invito e aver intrattenuto con stile il folto pubblico presente“.

Se i risultati di un gruppo che si impegna con amore per la cultura e lo spettacolo del proprio paese sono questi, non ci resta che augurarci di amare al loro stesso modo il luogo in cui viviamo, per renderlo una città sempre migliore con il contributo di tutti.

- Pubblicità a pagamento -