“L’evanescente realtà”, luce e colori nelle opere di Gianluigi Pitrolo

2638
Il giovane artista Gianluigi Pitrolo
- Pubblicità -

“Far capire a chi guarda la mia opera il profondo legame tra uomo e natura, fin troppo spesso ignorato, e rimarcare questo connubio uomo-natura sottolineando che noi non siamo altro che suoi ospiti in questo mondo”. È questo l’obiettivo del giovane artista Gianluigi Pitrolo, che dal 6 al 14 febbraio ha condiviso le sue opere nell’esposizione artistica “L’evanescente realtà”.

- Pubblicità -

IMG_0801

IMG_0802

«Nei miei paesaggi, spiega l’artista ventenne – ricerco molto lo studio della luce che ravviva i colori così come una giornata di sole accende le emozioni. Scomponendo il materico sono arrivato ad una sorta di astrattismo; Paul Cézanne sosteneva che la sintesi di tutto è costituita dalle forme geometriche, ma io sono arrivato ad un’altra conclusione: tutto parte dai colori, non a caso quando osserviamo un’opera siamo attratti in primis non dalle forme ma dai colori. Sono arrivato a questa conclusione dopo un anno di studio e lavoro, e ho voluto che questo mio pensiero trapelasse dalle opere che oggi sto esponendo, nella speranza che le emozioni che ho riversato in loro arrivino anche a chi le osserva».

Giovanna Alecci

- Pubblicità -