L’ex maggioranza: “Troppo immobilismo: Sindaco e Amministrazione dimettetevi e date spazio ad altri”

1508
- Pubblicità -

“Dimettetevi e date spazio ad altri”. Il gruppo degli otto consiglieri dell’ex maggioranza composto da Saro Cavallo, Franco Arangio, Carmelo Licitra, Salvo Giummarra, Enzo Vigna, Vincenzo Paternò, Giovanni Monaco e Adriano Giannì, smuove acque dopo la situazione di stallo venutasi a creare con il ritiro del bilancio di previsione.

- Pubblicità -

Questa mattina hanno diramato un comunicato che pubblichiamo integralmente: “A dir che ci troviamo in una situazione di stallo, mi sembra poco. Da parecchi mesi si assiste ad una situazione di immobilismo tra bilancio presentato e ritirato e fibrillazione politica.

Ci chiediamo se il paese merita tutto ciò e via via retrocediamo e non si fa un passo in avanti. Abbiamo approvato un bilancio preventivo nel 2016 apportando delle rettifiche e vorremmo capire cosa né è stato o cosa è stato fatto per le opere; di tutto ciò non si sa nulla, per primo l’ascensore sull’edificio comunale e meno ancora sul progetto e realizzazione dell’ascensore in Via Tobruk e poi per quanto riguarda la videosorveglianza a che punto siamo?
In merito al bilancio di previsione che bella batosta, prima in modo quasi pretenzioso si presenta una bozza di delibera del bilancio di previsione. Ancora con più presunzione e arroganza si effettuano degli incontri dopo una chiara bocciatura con parere negativo del Collegio dei revisori dei conti si pretende che la bozza del bilancio venga approvata, ma dopo le picche ottenute dalla gran parte delle forze politiche anche di maggioranza si ritira un bilancio , quanto mai impresentabile.
Del famoso piano di riequilibrio, unica salvezza per le casse dell’ente, avanzato da noi e condiviso da molti, non esiste nessuna traccia e da millantatori che siete, ancora andate a dire che si sta procedendo quando nessun atto è stato presentato al consiglio comunale.
Cari cittadini, si procede al piano di riequilibro solo dopo che il consiglio con una delibera da il via libera ed entro 90 gg si deve abbozzare il piano. Quindi menzogne sopra menzogne e burattini che girovagano in città dicendo mille falsità e non essendo per nulla preparati in merito alla questione.
E per ultimo, in questi giorni assistiamo un pò alle comiche estive, si leggono articoli dove si garantiscono appoggi esterni ma nel frattempo l’assessore resta al suo posto, si assiste alle dimissioni dell’Assessore e non si capisce se si parla di avvicendamento o di crisi politica, si cambiano fornitori per ripicche.
Vorremmo capire Signor Sindaco e gentile amministrazione, ma la città merita ancora questo scempio o sarebbe più corretto andare a casa e dare spazio ad altri… “.

- Pubblicità -