“Morte naturale”, i Carabinieri fanno luce sul decesso della 94enne Giovanna Baglieri

“Morte naturale”, i Carabinieri fanno luce sul decesso della 94enne Giovanna Baglieri

Dal fitto mistero alla totale chiarezza, in sole 24 ore. Un’intesa attività investigativa dei Carabinieri ha portato a chiudere definitivamente il cerchio con un finale che, se confrontato all’allarmismo degli stralci di informazioni giunti ieri in redazione, risulta quasi paradossale.

Le notizie che arrivano sulla triste vicenda della 94 enne Giovanna Baglieri, trovata senza vita ieri mattina nella sua abitazione, svuotata pure dall’oro a seguito di un furto, appaiono assolutamente in contrasto con quella che sembrava essere una storia “poco chiara” e che aveva lasciato rabbia e sgomento nella comunità. I Carabineri hanno chiarito tutto: nessun furto, nessuna aggressione e hanno pure rintracciato la “donna bionda”.

[adrotate banner=”10″]

“Non c’è stato nessun furto ed è anche stato chiarito che è deceduta per cause naturali” – ci fanno sapere oggi i familiari, che ci tengono ad informare la città sugli sviluppi per alleggerire il carico di preoccupazioni che si era creato anche tra i più anziani, terrorizzati dall’idea che “una donna bionda” avesse potuto fare irruzione nella casa della signora, rubando oro e aggredendola.

[adrotate banner=”20″]

Cosa è successo davvero? E chi era “la misteriosa donna bionda” scesa dall’auto che era stata collegata al furto e alla probabile aggressione?

[adrotate banner=”25″]

Sono sempre i familiari a rispondere. Non c’è stato nessun furto, l’oro che inizialmente sembrava mancare era in realtà ben nascosto in un posto diverso. Probabilmente la stessa signora nei giorni precedenti aveva ritenuto necessario spostare l’oro da un posto a un altro all’interno dell’abitazione, motivo per cui i parenti hanno inizialmente pensato ad un furto, fino a quando uno dei familiari, mentre era intento nella ricerca di altro materiale, si è per caso imbattuto nell’oro che cercavano da ore.

Dopo l’esame cadaverico si è accertata anche la morte naturale della donna, deceduta appunto d’infarto. Nessuna aggressione e nessun segno di colluttazione sul corpo.

E si scioglie in modo ancora più elementare quello che sembrava il mistero più grande. La “donna bionda” ieri pomeriggio è  stata rintracciata e interrogata dagli inquirenti che hanno accertato che la stessa fosse solo un’amica della signora che quella mattina le aveva fatto visita, ignara di tutto quello che sarebbe successo dopo.

Allo stato quindi pare non risulta alcun reato pendente a carico della donna data “la naturalità” degli eventi accertati ieri dagli inquirenti dopo un giorno di intenso lavoro.

 

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )