Passaggio di consegne alla Fidapa Rosolini: Giuseppina Spadola Incatasciato è ufficialmente nuova Presidente

Passaggio di consegne alla Fidapa Rosolini: Giuseppina Spadola Incatasciato è ufficialmente nuova Presidente

Nella location “Giardino della Contea”,  a Modica, si è svolta la Cerimonia del Passaggio delle Consegne della Fidapa- Sezione di Rosolini.

Presenti le Autorità Fidapine, la Vice Presidente Cettina Corallo  e la Past Presidente Maria Ciancitto.  Presenti anche la Senatrice Marisa Moltisanti, già Presidente Distrettuale, le Presidenti e delegate di Noto, Pachino, Palazzolo, Pozzallo, Modica, Ispica, le socie Fidapine e il Direttivo tutto.

Sono iniziati egregiamente  i lavori condotti dalla cerimoniera Vice Presidente Maria Rita Tumbarello, commemorando la Prof.ssa Fidapina Eliana Migliore, tragicamente scomparsa di recente in precoce età. Eliana col suo impegno operativo  ha dato tanto alla Fidapa e al territorio. Il marito Piero Gennaro ha ricevuto dalla Presidente Giuseppina Spadola e dalla Past Presidente Carmela Cirinnà una targa in ricordo della compianta. “Eliana rimarrà nel cuore di tutti” ha affermato commossa la Presidente Spadola.

I lavori sono proseguiti con il Direttivo uscente, con la Past Presidente Carmela Cirinnà che ha illustrato, alla nuova Presidente, al nuovo Direttivo e ai presenti, il pregevole programma svolto in un biennio peraltro drammatico, colpito dalla pandemia, portato al termine con immane impegno anche tecnologico con incontri on line tra le socie per i lavori prodotti, operato svolto dalla Cirinnà e il suo Direttivo in modo lodevole ed esemplare.

Un pubblico molto attento e partecipativo nella splendida sala gremita di Fidapine, consorti, ospiti, amici, simpatizzanti e aspiranti Fidapine.

Presente e vicina alla Presidente Dottoressa Spadola la sua famiglia:  il marito  Rosario Incatasciato, i  figli  Monia, Francesco ed Angela, la nuora Silvana Raudino, i generi Luca Nucelli e Francesco Scollo con le loro famiglie e nipotine,  e i consuoceri  Raudino, Scollo.

I presenti  hanno assistito dunque il Passaggio della consegna dell’Abaro, dei registri, dei  Distintivi dalla Past Presidente consegnati  alla Spadola  attorniata dal nuovo Direttivo e da tutte le socie. Ufficiale l’insediamento della nuova Presidente  Dottoressa Giuseppina Spadola Incatasciato.

Nel suo discorso iniziale di assunzione la Spadola ha espresso il suo ringraziamento per la carica Onorevole ricevuta, ruolo di grande responsabilità, promettendo di condurre i Progetti programmati in linea con i valori della Fidapa a livelli Nazionale ed Internazionale: “Opererò – ha detto- in grande collaborazione con il Direttivo e le socie della Sezione, interagendo con le Istituzioni e le Associazioni del territorio, valorizzando il lavoro svolto  nei 45 anni di vita della Sezione di Rosolini,  quando nel 1977  la prima Presidente signora Toni Boni Cultrera fondò la Sezione insieme ad altre socie, sempre in prima linea ad operare per conquistare l’emancipazione della donna  per il rispetto, i diritti, la parità di genere. Le impronte solcate dalla Toni donna combattiva, Presidente ammirevole ed edificante, sono divenute  fulcro di ereditarietà per tutte le successive socie Fidapine.

Prometto – ha continuato- di impegnarmi nel nuovo ruolo disponendo lo stesso impegno profuso nella vita personale come docente, artista e poetessa, e familiare come moglie, madre e nonna. Non mi risparmierò; con  tutte le socie e  le nuove future socie si agirà unite e compatte, in grande armonia, e con elevato entusiasmo lavoreranno per Commissioni, per Progetti inerenti al Tema Nazionale, saranno  combattive e opereranno  lottando a favore delle donne,  contribuendo a migliorare nel sociale le problematiche che sono di impedimento al pieno rispetto di parità verso tutte le donne del mondo. Obiettivo ultimo è dare voce alle donne che voce non hanno”.

La Presidente ha poi rivolto un accorato pensiero, affettuoso e preoccupato, testimoniando la vicinanza  di tutte le socie, insieme alla  Fidapa Internazionale,  Nazionale, Distrettuale e  di Sezione, alle donne afghane,  calpestate nella loro completa dignità di donne, vittime di soprusi e di violenze”

 

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )