Precisazione di Mingo sull’illuminazione in via Sant’Alessandra: “E’ a totale carico del Comune”

945
- Pubblicità -

«I punti luce offerti dal Centro Commerciale “l’Eremo” srl riguardano il semplice singolo palo di illuminazione privo di fondazione, corpo illuminante, lavori di posa in opera e collegamenti elettrici”.

- Pubblicità -

La precisazione arriva dal Responsabile del Settore LL.PP. del Comune ing. Corrado Mingo a seguito di un nostro articolo pubblicato qualche giorno fa anche da oltri organi di stampa, relativo alla realizzazione dei lavori a completamento della pubblica illuminazione tra viale della Libertà e lo svincolo Ristallo-Masicugno.

“L’intervento da realizzare -afferma l’ing. Mingo- riguarda oltre alla via Santalessandra, l’illuminazione di alcuni Ronchi adiacenti detta pubblica via ed altre pubbliche vie del centro urbano. L’intero progetto prevede la realizzazione di 81 punti luce (pali di illuminazione) per un importo complessivo di € 94.800. La somma prevista ed autorizzata dal Sindaco Corrado Calvo e dall’Amministrazione Comunale, è sufficiente a coprire l’intera spesa necessaria per la realizzazione dell’intero progetto. Tuttavia, con delibera di Giunta Municipale n.158/2017 si è preso atto della disponibilità del titolare del Centro commerciale “L’Eremo s.r.l.” alla donazione a titolo di contributo volontario della fornitura di n.23 pali. Per maggiore chiarezza, si specifica che tale fornitura riguarda il semplice singolo palo di illuminazione privo di fondazione, corpo illuminante, lavori di posa in opera e collegamenti elettrici. Il valore della donazione, sulla base dei prezzi correnti, si può stimare in circa 4.000 (Euro quattromila). Pertanto, il costo dell’intero progetto di realizzazione della pubblica illuminazione della Via Santalessandra, di alcuni ronchi adiacenti e di altre pubbliche Vie del centro urbano, rimane a totale carico finanziario del Comune di Rosolini, salvo il residuo contributo volontario già citato”.

- Pubblicità -